Obama bullizza Trump: “La sua presidenza è un reality show” (Video)

2 mins read

La nostra reputazione nel mondo è a pezzi, la presidenza di Donald Trump è un reality show“. A tredici giorni dal voto Barack Obama scende in campo, nella Philadelphia che ha dato i natali alla Costituzione degli Stati Uniti, con un attacco senza precedenti a un presidente in carica da parte di uno che alla Casa Bianca c’è stato per otto anni. “Mancano tredici giorni alla vostra elezione più importante e 13 è un numero fortunato“, ha esordito Obama, che ritorna alla ribalta per gli ultimi giorni di questa anomala campagna elettorale americana. Salendo sulla piccola tribuna del drive-in elettorale di Philadelphia, l’ex presidente USA, ha mostrato il suo solito look sobrio, indossando una camicia azzurro chiara, ma è la forza delle sue parole a fare la differenza. Obama va oltre: “Ma ci pensate? Questo è il presidente degli Stati Uniti, non è un comportamento normale. Se non forse quello di uno zio pazzo”. Citando la frase “virale” di Samantha Guhtrie, la giornalista della Nbc che ha messo nell’angolo Donald Trump nel dibattito della settima scorsa.

Basterà la presenza fisica in campagna elettorale di Obama per far vincere Joe Biden e convincere magari gli ultimi scettici? Probabilmente sì, di certo mi sfiora il pensiero che un personaggio come Obama e vederlo così ai margini della politica internazionale, dopo i due mandati da presidente americano, fa riflettere. Mancano personaggi così carismatici e soprattutto preparati, leader non per imposizione ma per merito, anche grazie alle sue immense doti di politico, di statista ma soprattutto di uomo colto, preparato e serio.

Vista la carenza di figure simili, in Italia. Sarebbe meraviglioso poterlo avere qui da noi (anche in prestito!) Obama è infatti il paradigma perfetto e vincente per risollevare le sorti della politica italiana, così devastata dalla mancanza di politici che non hanno il suo carisma e la sua preparazione.

Romano, giornalista e scrittore. Esperto nel settore della comunicazione e delle relazioni pubbliche, studioso di tutte le novità tecnologiche con una forte inclinazione per i numeri, il marketing e i digital media.

Articolo Precedente

Il Papa apre alle unioni civili per le coppie gay. La reazione dei politici in Italia

Articolo Successivo

Elezioni USA: Long lines matter!

Ultime News