MARIA LUISA PELLIZZARI POLIZIA DI STATO

Maria Luisa Pellizzari è la nuova vice-capo della Polizia

//
3 mins read

di Ileana Barone –

Maria Luisa Pellizzari è la prima donna a ricoprire l’incarico di Vice Capo della Polizia. Nata a Montagnana (Padova), una laurea in Giurisprudenza, un figlio, 61 anni appena compiuti.

Intervistata poche ore dopo la nomina dice: “Mi impegnerò con tutta me stessa”. Continua dicendo che “Le sfide più importanti non possono che essere la sicurezza dei nostri cittadini da tutti i punti di vista: da quello sanitario, alla convivenza civile, al contrasto alla criminalità, che anche in questo periodo non può indietreggiare”. Il primo pensiero va inoltre ai problemi che sta attraversando il Paese alle prese con l’epidemia di Coronavirus: “È un momento difficile – dice – ma ne abbiamo passati anche in precedenza e ce la faremo sicuramente, questa volta come le altre”.

La nomina, approvata dal Consiglio dei Ministri, è stata voluta dal capo della Polizia, Franco Gabrielli per “l’eccellente cursus honorum avendo ricoperto all’interno della Polizia di Stato importanti e delicati incarichi investigativi, operativi e manageriali”. L’ultimo dei quali la direzione degli istituti di istruzione della Polizia.

Dopo la laurea in giurisprudenza ha vinto il concorso per vicecommissario e grazie alla legge 121 dell’81 è tra le prime donne ad essere ammesse a quell’incarico. È a Roma la sua prima attività operativa come dirigente della sezione criminalità extracomunitaria della squadra mobile. Nel 1992, dopo tre anni alla direzione della Criminalpol del Lazio, passa alla Dia come dirigente della sezione investigativa del Centro di Roma e ci rimane per 9 anni, fino al 2001. Poi arriva alla direzione centrale anticrimine, prima come direttore della seconda divisione del servizio centrale operativo, poi come direttore nel 2012.

Negli anni seguenti è stata anche vice direttore della Scuola Superiore di Polizia, dirigente dell’Ispettorato di Pubblica Sicurezza presso il Senato e infine, dal 2017 fino alla nomina attuale, è stata Direttore centrale degli istituti di istruzione.

Il curriculum della Pellizzari è costellato da importanti risultati, come l’arresto, insieme ad altri colleghi, degli esecutori della strage di Capaci; l’arresto nel 1995 del latitante Luca Bagarella. Ha guidato diverse indagini sul riciclaggio, contro un’organizzazione russa, e droga con il sequestro di ingenti quantitativi di stupefacenti. E nel 2012 ha coordinato le indagini che hanno portato alla liberazione dell’imprenditore Andrea Calevo e all’arresto dei suoi sequestratori.

Articolo Precedente

Palermo-Catania, ritorna il derby dal sapore di Serie A

Articolo Successivo

Maxi operazione della GDF, oscurati 5.500 siti illegali, tra gli indagati alcuni percepivano il reddito di cittadinanza.

Ultime News