Italia-Polonia 2-0, gli azzurri riconquistano la vetta del girone

/
4 mins read

Dopo i due pareggi consecutivi del mese scorso, contro Polonia ed Olanda, l’Italia ritrova la vittoria sul campo del Mapei Stadium e conseguentemente la vetta del proprio girone di Nations League.
Una nazionale, quella azzurra, che ha sopperito al meglio alle tante assenze dovute al Coronavirus ed ha portato a casa un ottimo risultato frutto di solidità difensiva e voglia di far parlare di se in positivo.
Contro la Polonia, prima fino a stamattina, i ragazzi di Mancini erano chiamati a giocare al massimo delle loro possibilità per mantenere vive le chance di qualificazione alla fase finale di Nations League ed aumentare il proprio ranking in vista dei sorteggi alle qualificazioni del prossimo mondiale. Obiettivi raggiunti, anche senza l’aiuto diretto del CT, costretto a casa dal Covid e vicino ai suoi ragazzi tramite collegamenti multimediali e le indicazioni di Evani, che lo ha sostituito in panchina. Un degno sostituto Evani, già vice di Mancini e CT ad interim della selezione Under21, con un passato calcistico di tutto rispetto tra Milan, Sampdoria e nazionale. L’allenatore di Massa ha esordito mercoledì scorso nel 4-0 in amichevole contro l’Estonia, ed oggi ha toccato “quota 100%” vincendo anche contro la Polonia.
Una gara iniziata subito in quinta dagli azzurri, che dopo otto minuti hanno impegnato Szczesny con un tiro insidioso del compagno di club Bernardeschi. Al 20′ arriva la rete di Insigne, ma viene giustamente annullata per fuorigioco di Belotti che impedisce l”intervento all’estremo difensore polacco. Ma il granata si fa perdonare al 27′ quando si guadagnata un calcio di rigore per trattenuta in area di Krychowiak ai suoi danni. Dal dischetto va Jorginho che non sbaglia e l’Italia si porta in vantaggio per 1-0. Nella ripresa gli azzurri cominciano così come avevano terminato e sfiorano più volte il raddoppio mancando il bersaglio o vedendosi rimpallate le conclusioni dai difensori polacchi. Al 77′ Goralski lascia in dieci i suoi per doppia ammonizione e l’Italia ne approfitta andando di nuovo in rete al termine di un’azione magistrale in pieno stile Tiki-Taka: 27 passaggi terminati con palla a Berardi che da due passi infila la sfera nell’angolino basso di destra. 2-0 e pratica Polonia chiusa con vetta del girone riconquistata. Un’Italia perfetta anche in difesa, ingabbiando la stella Lewandowski e limitando i compiti di Donnarumma che è stato spettatore per quasi tutti i novanta minuti.
Adesso si dovrà aspettare il prossimo mercoledì ed il match contro la Bosnia ormai retrocessa matematicamente in Lega B di Nations League. Un match in cui gli azzurri si dovranno consacrare, vincendo e consolidando la vittoria del proprio raggruppamento ed il conseguente passaggio alle Final Four di Nations League. Un match che sulla carta non presenta insidie, ma non va assolutamente preso sotto gamba; poichè un pareggio ed una conseguente vittoria dell’Olanda vanificherebbe quanto di buono fatto finora.

Intanto l’Italia si è aggiudicata una posizione da testa di serie ai prossimi sorteggi (che si terranno il 7 dicembre) per le Qualificazioni al Mondiale 2022 in Qatar, La notizia ufficiale è arrivata al termine di Svizzera-Spagna, terminata 1-1 e con Ramos protagonista in negativo con due rigori sbagliati (prima di oggi ne aveva sbagliati tre in tutta la sua carriera). Il capitano spagnolo condanna così la Roja, diretta concorrente dell’Italia come testa di serie, a cedere il posto agli azzurri.

Giornalista pubblicista dal 2015. Nato a Catanzaro ma romano di adozione. Appassionato di sport e tutto quello che vi gira intorno. Mi piace trasmettere la mia passione per lo sport tramite la scrittura. Lettore accanito e divoratore di Serie TV. Ex giocatore di Football Americano

Articolo Precedente

Covid19, scoperta sensazionale per fermarlo: parola del biologo Angelo Vescovi

Articolo Successivo

A proposito di Smartworking. Il nuovo appuntamento con Simone Terreni

Ultime News