Donald contro tutti!

/
4 mins read

Trump a Fox News, intervistato da Maria Bartiromo: 

Questa cosa che è successa è terribile. I voti per posta sono un disastro. Hanno spedito milioni e milioni e milioni di voti per posta. Sono sicuro che conosci gente che ne ha ricevuti 2, 3 o 4, perché lo so: ne hanno ricevuto uno alla casa delle vacanze. Gente deceduta ha ricevuto schede. Ma anche peggio, gente morta ha “richiesto” schede. E sai, non stiamo parlando di 10 persone, ci sono un sacco di morti che, per così dire, hanno votato in queste elezioni, ma era gente morta, in qualche caso, in molti, molti casi, migliaia di casi, hanno votato. Erano morti da 10, 15 anni e hanno fatto una richiesta per votare. Questa è frode totale, e forse l’FBI o il Dipartimento di Giustizia -non lo so, ma potrebbero essere coinvolti – altrimenti non si spiega come sia stato permesso alla gente di non essere scoperta, è incredibile. Questa elezione è stata controllata. Questa elezione è una frode totale.”

C’e’ da aver pena per il povero Donald. Il suo sogno di diventare il primo inaffidabile, antidemocratico dittatore degli Stati Uniti, è fallito miseramente. E ora farnetica a Fox News, l’unico fra i media che ancora lo ascolta; e ce l’ha con tutti, persino con l’FBI (il direttore, Christopher Wray tra l’altro è una sua creatura), e il DOJ (il Dipartimento di Giustizia, il cui direttore è Bill Bar, il suo gregario più fedele).

Chissà se in questo suo farneticare, gli passa per la testa che il sicario che lo ha colpito alle spalle, è stato invece Mitch (McConnell). Quello che gli ha fatto riempire le corti federali con giudici repubblicani che ora rigettano tutti i suoi ricorsi a raffica. Quello che lo ha convinto che se si fosse sbrigato a far elevare Amy Coney Barrett alla Corte Suprema, avrebbe vinto le elezioni, con il ricorso alla Corte come risorsa risolutrice. Ma quando non si conosce la Costituzione è un guaio, e la Corte non può annullare voti solo perché glielo chiede lui, il Presidente più potente del mondo. Che sistema sbagliato: perdere perché i neri e i latini lo odiano. Lui, la persona più importante del mondo al cui confronto loro sono delle nullità! 

Ma se solo al posto di imbottire la Corte Suprema, avesse emesso un secondo stimolo economico e avesse inondato gli Stati Uniti di assegni firmati da lui come a maggio, quella sì sarebbe stata una mossa che gli avrebbe fatto vincere le elezioni. Mitch lo ha giocato. Se lo chiede Donald? Chissà.

Nella sua incoerenza gli rimane solo la convinzione di aver vinto. Uno addentro alle cose della Casa Bianca ha commentato sul Washington Post: 

I fatti sono chiari: il Presidente Trump ha perso. Ma Trump si è rifiutato di vederlo in questa maniera. Sequestrato nella Casa Bianca e ruminando lontano dal pubblico dopo la sconfitta elettorale, furioso e a volte delirante in un torrente di conversazioni private, Trump sembrava, secondo un aiutante, come ‘Re Giorgio il pazzo, che brontola ho vinto, ho vinto, ho vinto

(Il riferimento è a Giorgio lll, il Re di Inghilterra e Irlanda che perse l’America e si sospetta fosse pazzo).

Personalmente penso che Trump sia davvero convinto di aver vinto. Il voto di gente colorata non conta nella sua America resa di nuovo grande da chi ha finalmente riportato alla ribalta il solo colore che conta: il bianco.

Per fortuna le cose non stanno così e si incomincia a respirare, senza veleni, e andare verso un’America con un governo federale libero da Trump e il “trumpismo”.  

Follotitta vive tra New York e Miami, è architetto e appassionato di storia, architettura e politica. Una visione a 360° sul clima made in USA vista dagli occhi di un professionista "italiano in trasferta".

Articolo Precedente

Chiara Narracci: un webinar per il Natale della pandemia

Articolo Successivo

Bonus bici e monopattini elettrici: rimborsati più di 100 mila cittadini

Ultime News