draghi meloni

Meloni: ultimo baluardo prima dell'”era Draghi”

/
3 mins read

Di Nicola Venturini –

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, potrebbe essere l’ultimo baluardo prima dell’“era Draghi”, già decisa da tempo dai vertici europei. La transizione verso il vero programma europeista è in atto da decenni. Manovra dopo manovra ormai siamo al punto in cui uno degli stessi garanti della moneta unica dell’intero continente, Mario Draghi, colui che ha apposto la sua firma sulle nostre banconote, è anche a capo del nostro governo tecnico-istituzionale istituito in seguito alle dimissioni del Governo Conte II. Un Monti redivivo, ma molto più influente in termini di ruolo all’interno dei vertici summenzionati.

Giorgia Meloni non ci sta e smentisce gli “slogan” di molti leader politici: “Non è vero che non è possibile andare a votare, non è vero che governando con gente con cui non si condivide nulla si possa fare bene, non è vero che un esecutivo tecnico, seppur autorevolissimo, faccia per forza meglio di uno che nasce con un mandato popolare, come la storia degli ultimi anni ci ha insegnato. […]”.

FdI non è abituata a prendere decisioni sulla base della convenienza. Inoltre, è sempre bene che esista un’opposizione in una democrazia. Lo è perfino per chi governa, e l’ho detto anche al presidente incaricato. È bene avere una sentinella, una voce libera, qualcuno che non deve seguire una linea per forza, in un senso o nell’altro. A Draghi ho assicurato che se un provvedimento ci convince ci saremo, anche se si tratterà di votare in passaggi difficili per altri. E lo faremo senza chiedere nulla in cambio”.

Infine, Giorgia Meloni ricorda che l’opposizione di FdI non sarà irresponsabile. “L’idea della spesa buona, degli investimenti per la crescita sono temi sui quali ci troverà attenti, disponibili e responsabili. Mi auguro che su questo convinca anche Pd e M5S, che finora hanno fatto l’esatto contrario.

Giorgia Meloni ritiene le parole “ideali” e “coerenza” due valori politici e che non intende rifugiarsi nel mondo platonico o ridursi a dimensioni da prefisso telefonico: anzi, la sua proposta politica è l’unica che da anni sia in costante crescita. La sua opposizione al governo Draghi è già oggi oggetto di scandalo sulle pagine del GUD, il Giornale Unico di Draghi, formatosi ben prima del suo governo…

Fonti: IlSecolo, IlTempo, NicolaPorro

Veneto. Ex curatore di magazine e libri, approfondisce ora il mondo dell’editoria digitale e del web marketing. Ama la montagna e le lunghe camminate. Frase preferita: “chi no ga testa, ga gambe”.

Tour Eiffel restauro Parigi
Articolo Precedente

La Tour Eiffel si rifà il look in vista delle olimpiadi del 2024

Processo di Norimberga nazisti
Articolo Successivo

Processi di Norimberga: online gli audio e i video integrali

Ultime News

E’ buono per me?

di Chiara Narracci – Sociologa – Il “WORLD HAPPINESS REPORT” è una classifica dei Paesi più