whatsapp

WhatsApp desktop: come Zuck cavalca l’onda della pandemia

//
7 mins read

Di Nicola Venturini –

Le chiamate e le videochiamate sono sbarcate su WhatsApp Desktop, l’app per Pc e Mac della celebre piattaforma di messaggistica di proprietà Facebook. Ma quali sono stati gli step precedenti?

Privacy

A distanza di quasi 7 anni, si è passati in maniera silenziosa dall’originale promessa che WhatsApp avrebbe continuato ad operare in modo del tutto indipendente da Facebook, all’obbligo di sottostare a questo nuovo “regime informatico”.

Nello specifico, nella nuova informativa privacy non è più presente questo riferimento che invece è presente nella precedentegli utenti che sono già utenti attuali possono scegliere di non condividere le informazioni del proprio account WhatsApp con Facebook per migliorare le proprie esperienze con le inserzioni e i prodotti di Facebook.

Si parla di informazioni, autorizzazioni, posizioni, insomma si parla di dati metadati. Questo è infatti il nuovo “oro del Klondike”, la moneta di scambio più sottile e inconsistente del pianeta è quella del mercato del Big Data, parte del grande Reset. Aggiungiamoci i tecnoschiavi, guardiani della censura del web al soldo del colosso americano, che sottopagati e stressati arginano la diga di immondizia transitante per le chiuse della rete, e abbiamo fatto bingo.

La spesa su Whatsapp è già realtà

A inizio febbraio la novità in casa WhatsApp: arriva la funzione carrello che lo trasforma in un piccolo E-Commerce. È disponibile per gli utenti che hanno WhatsApp Business, con cui si può inviare l’ordine dei prodotti con un singolo messaggio.

Già quindi il terreno era stato dissodato. Dopo Whatsapp Web infatti è stata attivata la nuova funzione ‘carrello’ di WhatsApp. Gli utenti possono sfogliare il catalogo di un’aziendaselezionare più prodotti e inviare l’ordine all’attività in un singolo messaggio. In questo modo, per le attività è più facile tenere traccia degli ordini ricevuti e gestire le richieste dei clienti, agevolando così le vendite.

Sembra chiaro come la casa di Facebook stia facendo di tutto per rendere i suoi social appetibili. Esempio lampante, l’aggiornamento dell’app di messaggistica più usata al mondo. Con la nuova funzione gli utenti possono sfogliare il catalogo, scegliere i prodotti desiderati e inviare l’ordine con un solo messaggio.

In questo periodo in cui l’accesso all’#e-commerce sta diventando sempre più virale, la novità sembra cavalcare l’onda delle nuove abitudini dettate dalle restrizioni pandemiche segnando un ulteriore. sostanziale passo verso il futuro del Digital Marketing.

Cosa sta succedendo oggi?

Tempo qualche giorno, poi la novità di WhatsApp Desktop sarà a disposizione degli oltre due miliardi di utenti mondiali del servizio. Unico requisito per scaricare l’app sul proprio computer: possedere Windows 10 versione 1903 o successive oppure macOS 10.13 o successive. Disponibile per il momento solo la modalità one-to-one, ma sul blog ufficiale lo staff ha annunciato: «In futuro, estenderemo questa funzionalità anche alle videochiamate e chiamate vocali di gruppo».

Inevitabile chiedersi se la novità riguarderà presto anche WhatsApp Web. Molto probabilmente sì, considerato che la funzione è da tempo in beta testing. Va comunque precisato che il servizio offre già la possibilità di effettuare videochiamate fino a 50 partecipanti, ma solo indirettamente tramite Messenger Rooms alla voce «Crea una stanza». Sull’app mobile, invece, lo scorso aprile il numero massimo era stato portato da 4 a 8. In ogni caso, la strada sembra tracciata: su ogni versione del servizio, spingere forte sulla possibilità di far interagire gli utenti a livello di gruppo. Visto il bacino d’utenza a disposizione, non certo una buona notizia per la concorrenza.

«Dal momento che molte persone sono ancora lontane dai propri cari e in tanti si stanno adeguando alle nuove modalità di lavoro da remoto vogliamo che le conversazioni su WhatsApp assomiglino il più possibile alle conversazioni di persona, a prescindere dal dispositivo utilizzato o dal luogo del pianeta in cui ci si trova».

Da qui l’introduzione della feature.

Zuckerberg

Zuck, genio strumentale al potere, cerca di mantenere in piedi l’azienda di Menlo Park. Anzi, arrivato ormai ben oltre l’apice del successo, cerca di mantenere in piedi se stesso. Le foto del suo volto dal 2010 ad oggi sono la cifra di quello che vive un uomo stritolato da qualcosa di molto più grande di sé.

La Federal Trade Commission americana aveva già citato in giudizio Facebook per aver mantenuto un monopolio illegale sui social network in anni di condotta anticoncorrenziale.

Facebook è accusata di portare avanti una strategia sistematica per eliminare le minacce al suo monopolio, che include l’acquisizione di Instagram nel 2012 e l’acquisizione di WhatsApp nel 2014.

Pensiamo per esempio a Zoom o Skype, altri servizi che verranno fagocitati dal colosso americano.

La mossa silenziosa, quella di obbligare il passaggio “coatto” di dati privati e l’accettazione alle condizioni imposte da Facebook a tutti gli utilizzatori di Whatsapp (ossia il mondo intero) è un indice importante della plasticità d’opinione Zuckerberg. Plasticità che in certi frangenti raggiunge livelli preoccupanti, subdoli direi. Vedremo quali saranno gli sviluppi futuri di questo grande Reset digitale, e di questo storytelling che incanta le masse, le tranquillizza, ma intanto ruba loro un bene senza prezzo: l’intimità.

Fonti: Corriere, TgCom

Veneto. Ex curatore di magazine e libri, approfondisce ora il mondo dell’editoria digitale e del web marketing. Ama la montagna e le lunghe camminate. Frase preferita: “chi no ga testa, ga gambe”.

kurz
Articolo Precedente

Vaccini: L'Austria di Kurz sta con Israele

Emozionare per vendere
Articolo Successivo

Emoziona prima di vendere

Ultime News

7 giorni con Virginia Raggi

di Virginia Rifilato e Gabriel Rifilato – Un’intervista esclusiva di Roman Walks in collaborazione con InsideMagazine. La versione integrale

“La Vignetta”