Bestie Bite: la startup dating del food

Incontrare nuove persone non avrà più lo stesso sapore. Bestie Bite è la nuova startup tutta al femminile per trovare l'anima gemella e nuovi amici, condividendo una cena virtuale.

//
5 mins read

Dietro al progetto Carlotta e Caterina, giovani co-founder che hanno deciso di sfruttare il loro background in ambito Sales Marketing e, in particolare, nel settore del food con una mission ben precisa: creare connessioni di valore attraverso il cibo. “Il cibo è l’elemento di convivialità per eccellenza da generazioni” – aggiungono –  “Condividere un pasto unisce le persone e aiuta a creare relazioni forti, ecco perché abbiamo voluto metterlo al centro della nostra esperienza di dating.”

Incontrarsi ha un altro sapore

Fare incontri online è ormai la normalità: infatti due coppie su tre affermano di essersi conosciuti su un’app di dating. Eppure più del 45% degli utenti di app di incontri si dichiarano insoddisfatti a causa delle frustranti dinamiche di swiping e i comuni fenomeni di ghosting.

Il problema? Troppa scelta e poco focus sul target.

Ecco perché il futuro delle app di dating è quello di rivolgersi a un pubblico selezionato come quello delle donne a cui piace “l’uomo con la barba” (Bristlr), gli amanti della montagna (Skidates) o delle donne curvy (Wooplus).

Bestie Bite non è però la solita piattaforma di dating: le videochiamate in tempo reale sostituiscono le chat e i foodies, utenti di Bestie Bite, sono i protagonisti di cene virtuali – cuore della community.

“La differenza con le altre app di incontri è la dimensione esperienziale e l’immediatezza” – aggiunge Caterina, “Uno slow dating che promuove connessioni di valore puntando a rivoluzionare un settore protagonista della rivoluzione digitale”.  –

Un settore in costante crescita

Bestie Bite si inserisce nel settore del food, in costante crescita negli ultimi anni e protagonista indiscusso sui social, soprattutto grazie all’offerta di contenuti di Instagram e Tik Tok. Si rivolge in particolare a un target che ricerca nel food la possibilità di incontrarsi, fare community e vivere esperienze: si tratta dei foodies ma anche la generazione M e Z.

La piattaforma è molto semplice e già disponibile gratuitamente in tutta Italia. È sufficiente registrarsi, completare il proprio profilo specificando chi si vuole incontrare e l’età, gli interessi, il segno zodiacale e il piatto preferito. A quel punto la piattaforma connetterà in videochiamata due persone che stanno mangiando un piatto fatto in casa o un ordine di food delivery permettendogli di vivere una cena virtuale, romantica o in amicizia – in tempo reale.

Bestie Bite non prevede solo incontri one-to-one, ma anche eventi a tema che vedono host creators e food influencer coinvolgere le loro community in cene virtuali di gruppo.

Food delivery al centro

Al centro del progetto di Bestie Bite anche la partnership con le piattaforme di food delivery, il servizio infatti si può integrare facilmente all’interno del check-out delle app di consegna di cibo a domicilio dando così l’opportunità agli utenti di condividere il proprio ordine a domicilio. “Un’opportunità per diversificare un settore, come quello del food delivery, con una competizione sempre più alta. Un servizio come il nostro aspira a migliorare il posizionamento e la customer retention dei brand di consegne a domicilio, rafforzandone la community grazie alla forte componente di engagement: elemento sempre più al centro delle strategie di business dei brand di delivery negli ultimi anni.” spiega Carlotta.

Il progetto è partito a settembre 2021 ed ha partecipato al percorso di accelerazione per startup della Regione Lazio “Boost your Ideas”.

Bestie Bite ha già riscontrato grande successo in termini di user base e si pone obiettivi ambiziosi puntando a creare degli NFT legati a esperienze culinarie e un proprio virtual restaurant nel metaverso.

La web app è ora disponibile in tutta Italia mentre l’integrazione sulle piattaforme di delivery sarà disponibile dal prossimo mese su due delivery partner romani che verranno svelati prossimamente.

La piattaforma è fruibile QUI

Articolo Precedente

ArtOnWorld: il nuovo Magazine sull'arte

Articolo Successivo

Luca, "turista per sempre" in fuga dalle tasse, e la soluzione Dubai

Ultime News