Cambiamenti, crisi e opportunità in un mondo VUCA

//
2 mins read

Lo scopo di questo articolo è quello di esaminare le idee su un nuovo “come”: come fornire formazione, lezioni, conoscenza, educazione in un mondo VUCA. VUCA è l’acronimo che si usa per sintetizzare in una parola i concetti Volatility, Uncertainty, Complexity and Ambiguity, ovvero, volatilità, incertezza, complessità e ambiguità caratteristici di questo periodo di profondi cambiamenti. Il “cosa” viene erogato, i contenuti, ovviamente dipendono dalla relazione tra mittente e ricevente.

Stiamo vivendo un periodo turbolento non solo a livello locale, ma come pianeta. Avvicinandosi ai punti critici del riscaldamento globale, la pandemia, i lockdown globali, i muri eretti tra i confini, scivolando verso la politica di destra guidata dal “prospetticidio” online, e senza dubbio andando verso una recessione globale senza alcuna idea dell’impatto a lungo termine che tutto ciò potrà provocare.

Tutto questo si riflette senza ombra di dubbio anche su aziende, organizzazioni, team di lavoro di qualsiasi generalità, e singoli professionisti. La soluzione, l’unica possibile in questi tempi, è formare ed essere formati, essere assunti, condurre qualsivoglia attività gestendo il tutto da remoto. Le percentuali che i sondaggi sul personale mostrano, rivelando un vero e proprio cambiamento di rotta: oggi il 30% del lavoro si fa a domicilio, il 50% è ibrido e solo il 20% si fa in ufficio a tempo pieno. Ovunque si sta valutando un nuovo modello post-pandemia completamente impostato sul remoto.

Chi avrebbe mai pensato a gennaio 2020 che in solo 8 mesi il mondo sarebbe cambiato così tanto? E il mondo del lavoro si chiede cosa mai potrà succedere nei prossimi 8. La tecnologia e le nuove forme di comunicazione stanno mettendo il piede sull’acceleratore ed è facile prevedere che quando saremo usciti da questa crisi, lo avremo fatto proprio grazie a tecnologia e comunicazione. La prima serve alla seconda non solo per tenerci in contatto in un’epoca di distanze, ma anche per sviluppare nuove formule di vita più facilitata. Un principio di azione e reazione secondo il quale passata la profonda crisi, si dimostrerà la grande opportunità? Forse si approderà a una civiltà più a misura d’uomo?

Foto di Monica Silvestre da Pexels

Paul k. Fasciano, co-owner di InsideMagazine, formatore, autore e business coach, mette competenza, etica ed empatia al servizio di professionisti e aziende, orientandoli alle migliori strategie di comunicazione.

Articolo Precedente

Design thinking, brainstorming, beta test... come progettare la tua prossima idea imprenditoriale.

Articolo Successivo

I Los Angeles Lakers vincono il loro 17° titolo NBA

Ultime News