Imprese, non solo profitto: il futuro è B-Corp

//
5 mins read

“Le aziende non possono più perseguire solo obiettivi economici”

Benefit Corporation - Notizie - Dirigenti Industria

La crisi, economica e umana, che sta affrontando il nostro Paese ormai da mesi ha messo in discussione i tradizionali modelli finanziari su cui siamo stati sempre abituati a ragionare.

Già da un po’, le imprese si sono evolute affinché il proprio business si estendesse anche sul lato ambientale e sociale. Da tempo si fa strada un interrogativo al quale è sempre più urgente dare una risposta: Come possono le aziende modificare i propri paradigmi e puntare a un modello economico più sostenibile? Si apre, dunque, un nuovo scenario: quello delle B Corp

IL FUTURO E’ B-CORP 

Il termine B Corp (Certified B Corporation) identifica quelle aziende che si impegnano a rispettare determinati standard (performance, trasparenza e responsabilità) e operano in modo tale da ottimizzare il loro impatto positivo verso i loro dipendenti, le comunità nelle quali operano e l’ambiente.
Le B Corp non sono aziende no-profit, ma quello del profitto è solo uno degli scopi di queste realtà aziendali; l’altro è appunto quello di un impatto positivo sulla società e quindi, in ultima analisi, sul nostro pianeta.

Le B Corp sono imprese che vanno oltre il raggiungimento del proprio profitto, ma valorizzano anche l’aspetto umano. Si concentrano sui dipendenti, sull’ambiente e su tutti gli stakeholders”, ha ricordato Antonio Ambrosetti, AD Ruling Companies. Le B Corp sono imprese che operano secondo i più alti standard globali verificati di performance sociale e ambientale e formano un movimento globale di oltre 3400 aziende. In Italia, sono oltre 100 le società che hanno raggiunto la certificazione B Corporation e scelto lo status giuridico di Società Benefit. 

“B corp e Benefit Corporation rappresentano a livello globale cosa significa condurre un business in maniera sostenibile. Dobbiamo imparare a prosperare a svilupparci nei limiti di capacità del pianeta”, sostiene Eric Ezechieli, Cofounder & Regeneration Officer, Nativa. “Le B Corp sono nate da imprenditori per altri imprenditori: per prima cosa, dobbiamo riuscire a misurare tutti gli impatti ambientali, sociali con lo stesso rigore, la stessa completezza con cui misuriamo i risultati economici. Se misuriamo solo i risultati economici, senza considerare gli impatti sociali e ambientali, non avremo idea di come ci stiamo evolvendo sugli altri fronti. Per questo motivo le B Corp hanno creato questo laboratorio globale, chiamato B Lab  che ha sviluppato e diffuso in tutto il mondo, negli ultimi 15 anni, gli standard considerati i più completi oggi riconosciuti per la misura del valore creato. Nelle B Corp lo scopo diventa duplice: creare valore tanto per gli shareholder quanto per gli stakeholder”, conclude Ezechieli.

“Nel nostro DNA le aziende devono perseguire degli obiettivi duplici, il perseguimento del profitto e il perseguimento di obiettivi sociali.Siamo convinti che il capitalismo così come è stato progettato prima e sviluppato negli ultimi anni, in maniera sempre più focalizzata sugli interessi degli shareholder, abbia terminato il proprio percorso”, spiega Fabrizio Gavelli, General Manager , Danone Specialized Nutrition South Europe – General Manager , Mellin e Nutricia di Danone Company.

Illycaffè diventa B Corp

Obiettivi non solo economici

“Le aziende non possono più perseguire solo obiettivi economici, non possono più vivere solo per i loro resoconti trimestrali ma capire la ragione per cui sono nate. Ad esempio, noi abbiamo implementato una parental policy che è stata condivisa con le istituzioni per stimolare il family act, promosso da qualche mese dal Governo. Uno dei più grandi problemi italiani è la diminuzione della natalità e per questo nel nostro piano di parental policy abbiamo dato una serie di aiuti per risolvere i problemi di creazione della famiglia e tutto quello che ruota intorno alla parità di genere. Abbiamo avuto un risultato eccellente un più 7,5% della natalità interna alla nostra azienda.

Lo abbiamo raccontato alle istituzioni, ospitato gli ultimi due ministri della famiglia e raccontato loro quello che abbiamo fatto. Lavorare per creare un modello per le istituzioni, consegnare un pacchetto che possa diventare un esempio per la nazione, oltre che ispirazione per un miglioramento legislativo, è qualcosa che le aziende devono iniziare a fare. Devono iniziare a collaborare con il mondo politico perchè le risorse umane e finanziarie che le aziende hanno sono enormi e le devono usare per la comunità non solo per creare profitto”.

Articolo Precedente

Ufficio Skills: come gestire il potenziale dei dipendenti

Articolo Successivo

L'orto in casa per fare la spesa a metri zero!

Ultime News