antifurto casa

Come scegliere l’antifurto più sicuro per la propria abitazione

3 mins read

La casa è il luogo dove risiedono i propri affetti più importanti, oltre che tutto quello che si è andato a costruire nel corso della propria vita in termini di oggetti che possono avere un valore economico ma anche di cuore. Ecco perché, quando si subisce un’intrusione nella propria abitazione da parte di ladri, ci si sente violati nella propria intimità.
I furti nelle case sono all’ordine del giorno; i numeri salgono e riscendono a seconda dei periodi (e delle zone di Italia), ma rappresentano sempre uno spauracchio che mette a serio repentaglio la propria serenità e quella dei famigliari. Tutto questo può essere arginato andando a mettere in atto misure adeguate che fungano da deterrente per evitare sgradevoli intrusioni.
Gli antifurti per casa sono lo strumento principale per raggiungere questo scopo: oggi il mercato si è ampliati e comprende al proprio interno tanti modelli differenti in grado di andare incontro alle esigenze di chiunque. Da quelli tradizionali ai senza fili passando per i sistemi di videosorveglianza da utilizzare tramite il proprio smartphone.

I modelli di allarme per casa

Scegliere il giusto antifurto ed affidarsi a realtà professionali, fattore determinante per evitare di fare un lavoro a vuoto. Sul mercato ci sono aziende specializzate esclusivamente nella creazione di antifurti efficaci e brand che sono diventati sinonimo di affidabilità: come nel caso di Gruppoitl.it, che offre sistemi di allarme intelligenti offrendo prova gratuita dell’antifurto così da poter sperimentare la sua efficacia.
Quali sono i parametri che dovrebbero essere analizzati prima di scegliere un antifurto? Si deve partire dalla tipologia di abitazione (appartamento o villa? Piano basso o alto? Casa isolata o sono presenti vicini?) e si prosegue poi con la metratura, il numero di ingressi ed accessi, il fattore di rischio della zona nella quale ci si trova. Una volta appurate queste informazioni preliminari si può procedere alla scelta, vagliando i tanti modelli di antifurti disponibili oggi.

Modelli di antifurti sul mercato

Si può procedere andando a dividere per macroaree. Ad oggi i sistemi di allarme per la propria abitazione possono essere identificati tra:

  1. Sistemi con cavo: sono quelli tradizionali, gli antifurti cablati. Garantiscono una resa costante nel tempo e devono essere allacciati all’impianto elettrico della propria casa.  
  2. Sistemi wireless: sistemi di antifurto senza fili, wireless, che funzionano via radio e quindi senza utilizzo di cavi. Il vantaggio in questo caso è che non devono essere predisposte opere murarie e di conseguenza il lavoro è più rapido (ed economico).

Altri fattori da valutare sono la presenza di un cartello che avvisi della presenza di un sistema di allarme e che funga quindi, potenzialmente, da deterrente; e l’installazione di sensori di movimento, che attivino l’allarme non appena venga rilevato un movimento. 

Pierfrancesco Palattella, Consulente Digital Marketing, Seo, Digital PR. Co-owner di Linking Agency, giornalista e formatore di scrittura tecnica per i motori di ricerca, aiuta aziende ad aumentare la visibilità su Google.

Articolo Precedente

Abbandona lo stress e porta la tua professione al top in tempi di Covid

Articolo Successivo

In Australia arriva la Nexo, la prima auto commerciale ad idrogeno che purifica l'aria

Ultime News