Coaching astrologico

Quando psicologia e astrologia si incontrano: il coaching astrologico

3 mins read

Psicologia ed astrologia a braccetto, il linguaggio delle stelle sempre più usato per comprendere al meglio le peculiarità di una persona. Quante volte capite di sentirsi chiedere il proprio segno zodiacale, per classificare magari i tratti del carattere? Ed ancora, in quanti attendono di svegliarsi la mattina per leggere subito l’oroscopo della giornata, in quanto credono fortemente che la congiuntura degli astri possa influire direttamente sulla propria vita?  
Un tema che da sempre affascina l’essere umano tra basi scientifiche e suggestione. Oggi il tutto viene sempre più riportato in un ambito psicologico per far sì che il mix di studio della scienza astrologica, già nota dai Babilonesi intorno al 3000 a.C., e psicologia, possa andare a delineare al meglio i tratti del carattere di un individuo. Il tutto con l’obiettivo di riuscire a tracciare i passi per vivere in perfetta armonia con sè stessi.

La diffusione del coaching

Una delle discipline più diffuse negli ultimi anni è il coaching: se ne sente parlare in ogni ambito, da quello aziendale a quello personale fino al contesto sportivo (molti atleti professionali hanno a disposizione un personal coach per migliorare le proprie performance).
Il coaching serve, di base, per far sì che un individuo possa lavorare sulle proprie convinzioni ed atteggiamenti andando a migliorare, trovando all’interno di sé le forze per superare i vari ostacoli che possono frapporsi sul cammino del proprio successo, che sia personale o lavorativo. Chi si rivolge ad un coach lo fa per diventare consapevole dei propri obiettivi e realizzarli al meglio. 

Il coaching astrologico

All’interno di questa cornice si è diffusa una disciplina particolare, il coaching astrologico. Un’impostazione che si basa sulla filosofia Junghiana del proprio tema natale che ciascuno ha. Un insieme di caratteristiche e connotazioni utili a delineare la propria natura ed a circoscrivere il proprio carattere.
Ecco allora che il coaching astrologico deve essere visto come un percorso di auto-conoscenza il cui obiettivo dovrebbe essere quello di raggiungere una maggiore consapevolezza di sé. Il primo step di un percorso di questo genere è dato proprio dalla lettura del tema natale, momento utile a mettere in evidenza potenzialità e punti deboli del soggetto; una volta individuati questi, si può partire con un percorso di coaching tradizionale in modo da convogliare tali potenzialità nella giusta direzione.
Un nuovo approccio che parte da una disciplina utilizzata da millenni, l’astrologia; una materia che affascina e crea interesse, utilizzata da millenni e basata sulle posizioni del sole, della luna e dei cinque piante più vicini alla terra per effettuare previsioni sulla vita reale.

Pierfrancesco Palattella, Consulente Digital Marketing, Seo, Digital PR. Co-owner di Linking Agency, giornalista e formatore di scrittura tecnica per i motori di ricerca, aiuta aziende ad aumentare la visibilità su Google.

Articolo Precedente

Leader del futuro, eccoli!

Articolo Successivo

La sfida della digitalizzazione e di Socialbeat: AI al servizio dell'informazione

Ultime News