Il Post di… Maria Concetta Rizzo. A proposito della finanza etica

1 min read


Foto del profilo di Maria Concetta Rizzo

Maria Concetta Rizzo è una Professionista Benefit e della Sostenibilità. Un suo post ha attirato la nostra attenzione: “In Italia ci sono 140 #BCorp e oltre duemila #SocietàBenefit.”

Adriano Olivetti diceva che ogni imprenditore deve chiedersi quale è la direzione verso cui si muove la propria azienda.
La domanda oggi è ancor più impellente per i rischi dovuti ai cambiamenti climatici, per le istanze e i bisogni crescenti delle comunità e per le esigenze dei dipendenti che chiedono la garanzia dei propri diritti per il benessere sul posto di lavoro e per una maggior sicurezza.

La massimizzazione del profitto non può essere più l’unico scopo delle imprese ma deve trasformarsi in uno scopo duale che integri anche gli interessi di tutti gli stakeholder coinvolti e non solo dei soci. Le società benefit valorizzano la propria scelta identitaria con l’impegno assunto statutariamente di valutare gli effetti concreti prodotti dall’agire dell’impresa in ambito sociale e ambientale.
Oggi sempre più gli imprenditori scelgono di essere «progettisti di futuro» come affermato da Eric Ezechieli co-fondatore di Nativa partner della rete internazionale #BLab.

«Ormai sta cambiando in modo evidente l’orientamento degli operatori finanziari, dei fondi di investimento. Non si guarda più alla scelta sul breve termine, ma si valuta la prospettiva più lunga, per capire come una attività economica possa dare un contributo per far sì che consumare non sia sinonimo di distruggere e per generare una prosperità inclusiva e di tutti (…) siamo il Paese che ha storicamente e forse inconsapevolmente nel proprio dna imprenditoriale la vocazione a proporre un’economia di mercato più responsabile».

Maria Concetta Rizzo (Connie) dice di sé

Mi occupo di consulenza fiscale e societaria per imprese profit ed enti del Terzo settore, start up innovative e start up innovative a vocazione sociale, imprese sociali e società benefit. In particolare, credo molto nel ruolo che rivestono le imprese oggi nel garantire un mondo più etico e sostenibile alle generazioni future e mi impegno a diffondere il business model delle società benefit quale nuova filosofia aziendale che pone la persona al centro dell’economia.

Coordinatrice e relatrice in convegni per l’ODCEC Milano e l’UGDCEC Milano, ma non solo, su tematiche inerenti Società Benefit, imprese Sociali, Reti di Imprese, Start up e PMI innovative, Sostenibilità e Cultura.

Offro il mio contributo su tematiche fiscali, societarie e di sostenibilità per alcuni quotidiani e riviste on-line: Altalex, Fisco&Tasse, WallStreet Italia; Economia&FinanzaVerde, IlSussidiario.net, ItaliaOggiSette, Fiscal Focus


Paul k. Fasciano, co-owner di InsideMagazine, formatore, autore e business coach, mette competenza, etica ed empatia al servizio di professionisti e aziende, orientandoli alle migliori strategie di comunicazione.

Articolo Precedente

Le fake news e i tecnoschiavi al soldo dei Social Networks

Articolo Successivo

Simone Terreni nel suo nuovo libro ci insegna “A superar lo Inferno”

Ultime News