Fran Lebowitz serie TV Netflix Martin Scorsese

Un incontro inatteso con Fran Lebowitz

/
4 mins read

di Ileana Barone –

Alla ricerca di qualcosa di interessante da guardare per trascorrere la serata, mi sono imbattuta in una mini serie su Netflix dedicata a Fran Lebowitz e raccontata dal regista Martin Scorsese.

Chi è Fran

Il titolo della mini serie è Fran Lebowitz: una vita a New Yorke tra una battuta e una risata, attraverso domande dirette alla Lebowitz, scopro che è una scrittrice, un’opinionista e umorista.

Nata a Morristown, New Jersey, nel 1950 da una coppia di ebrei russi immigrati, si trasferisce a New York non appena ha l’età legale per farlo, con soli 20 dollari in tasca.

Per mantenersi, come racconta nella serie, farà molti lavori: da donna delle pulizie a taxista, da venditrice ambulante ad autista, tutti lavori che odierà profondamente. A 21 anni inizia a lavorare per Interview come columnist e ci rimane per 11 anni, anche se non andrà mai d’accordo con Andy Warhol.

Dai saggi usciti sui magazine con i quali collaborava ha tirato fuori i due libri più importanti della sua carriera: Metropolitan Life del 1978 e Social Studies del 1981.

Il suo unico libro per bambini, “Mr. Chas and Lisa Sue Meet the Pandas” (tradotto in italiano con Due panda a New York) è del 1994 e coincide con un lungo periodo di silenzio editoriale.

Fran Lebowitz Netflix Scorsese

Il racconto

Tra le sedie del “The Players”, club privato fondato dall’attore shakespeariano del 19esimo secolo Edwin Booth a New York, inizia il racconto dei ricordi degli anni 70/80 di Fran e del cambiamento, anche tecnologico, che la Grande Mela ha conosciuto.

Ad accogliere le chiacchere della Lebowitz oltre a Scorsese c’è anche il produttore Ted Griffin, mentre dietro la macchina da presa c’è Ellen Kuras, collaboratrice di Scorsese.

Tra un’intervista e l’altra passano pubblicità vintage o clip di film, filmati d’archivio e vecchie conversazioni, come quelle tra la Lebowitz e Spike Lee o Alec Baldwin.

Non è la prima volta che una conversazione tra Scorsese e Lebowitz si trasformi in documentario. Era già successo dieci anni fa in “Public Speaking” e i due si trovavano al The Waverly Inn.

Fran Lebowitz Netflix Scorsese intervista documentario

Attraverso i ricordi

La gente per strada mi infastidisce molto, vi spiego perché. Sento che dovrei scrivere un manifesto, un tempo scrivevo, e come titolo, che sarebbe una sorta di consiglio per le persone userei ‘Fingi che sia una città’.

Io non posso fermarmi un secondo o fumarmi una sigaretta davanti un locale senza che dieci persone mi chiedano indicazioni all’istante e questo mi stupisce. Penso “davvero vi sembro un tipo cordiale”?

È così che Fran si presenta al pubblico di Netflix.

Pura, diretta e senza peli sulla lingua. Girovagando tra i suoi posti preferiti della città: da Time Square alla metropolitana vicino a casa, dalle piccole librerie che stanno chiudendo alle grandi biblioteche.

Un giro intorno alla vita di questa incredibile donna e alla città che l’ha accolta a soli vent’anni. Un modo carino di raccontare la vecchia e la nuova New York, sentendoci parte integrante di questo meraviglioso viaggio.

Fran Lebowitz Netflix Scorsese intervista documentario mini serie tv

La consiglio? Sì, senza alcun dubbio. Per la profondità dell’artista, della donna e della sua vita. Amate o vi è indifferente New York? Non conta, dopo questa mini serie probabilmente penserete alla Grande Mela in un modo differente, non migliore, ma differente.

Qui il link alla serie!

Articolo Precedente

Coaching, domande e responsabilità. Quella di trasformare il presente in futuro

Articolo Successivo

Marketing: uno studio spiega come comportarsi nel passaggio da una vecchia a una nuova tecnologia

Ultime News