Borgo Office. La scrivania con vista sui borghi più belli d’Italia.

////
6 mins read

Borgo Office. Ne parla il Sole 24 Ore ed è già virale. E’ la formula di Soggiorno & Smart Working gratis nei borghi più belli d’Italia. Sembra incredibile ma se si è disposti a fare propria la nota legge della reciprocità, o come dicono gli anglosassoni, del win-win, allora la cosa può essere subito alla portata.

In poche parole si tratta di andare ospiti e lavorare smart in un’azienda agricola. In cambio, sostenerla.

La formula, come riporta il noto quotidiano “ha un nome ben preciso: “smart working + farm supporting”, ovvero sia lavorare da remoto alloggiando gratuitamente in aziende agricole attrezzate per l’hospitality in cambio dell’acquisto di pacchetti di sostegno per le loro coltivazioni e produzioni. In altri termini stiamo parlando dell’evoluzione del concetto di “bleasure”, da business e pleasure: prima si prolungava la trasferta di lavoro con qualche giorno di vacanza, ora si viaggia per piacere e si va in vacanza portando con sé il computer, combinando il tempo dedicato al relax con gli impegni professionali.”

Il sito borgo-office.it propone di organizzare tutto. Come una sorta di Airbnb dello smart&farm working. Ad esempio, se hai un Agriturismo, puoi attivare gli AGRI-VOUCHER. Tradotto, vuol dire vendere oggi “voucher di soggiorno” da usare a fine pandemia, e offrire in cambio
un cesto agricolo omaggio.

Come si presenta la formula: “Con Borgo Office proponiamo ai nomadi digitali pacchetti “smart working & farm supporting” presso affascinanti aziende agricole nei borghi più belli d’Italia. Il soggiorno è gratuito, ma si può sostenere economicamente la struttura ospitante acquistando cesti a km 0 con il suo raccolto e la sua produzione.”

“Via dalle città: nei vecchi borghi c’è il nostro futuro”
Stefano Boeri, Architetto e Urbanista

Si può scegliere tra varie destinazioni, che si moltiplicano giorno dopo giorno. Da Tuscania, ad Aci Trezza, poi Gavoi, Caldonazzo, Paderna… Come funziona è semplice.

1 – Scegli il borgo e l’azienda agricola. Consulta i borghi e le aziende agricole sulla mappa o tra le nostre proposte speciali in evidenza, continuamente aggiornate. 2 – Scopri le “smart working facilities”
dell’azienda agricola.
Guarda cosa offre l’azienda agricola in termini di servizi per l’attività lavorativa: il Wi-Fi, la stampante, il workdesk panoramico… 3 – Scopri le coltivazioni dell’azienda agricola. Guarda cosa coltiva e cosa produce l’azienda agricola che ti ospita. 4 – Prenota e inizia il tuo periodo “smart working & farm supporting”. Soggiorna gratis e lavora in smart working in una location meravigliosa. Se vuoi, sostieni l’azienda agricola acquistando un “pacchetto di sostegno”:
ad ogni pacchetto corrisponde una durata diversa del soggiorno.

Fuga dalla città

Lo scenario della fuga dalle città verso zone rurali e luoghi più tranquilli, pensato dall’urbanista Stefano Boeri, ipotizza una società post pandemia, una new normality nostrana che mira a restituire a borghi e paesini, la grande ricchezza e bellezza italiana, la sua centralità. Grazie allo smart working, al quale oramai ci si sta abituando come soluzione plausibile e ideale per defaticare uffici, aziende e dipendenti, ottenendo in cambio maggiore produttività, minore congestione cittadina. In fondo, se è possibile trovare anche nei piccoli centri la possibilità di lavorare in connessione veloce, programmando i propri meeting video, mandare e ricevere e-mail, organizzare il lavoro concedendosi anche all’otium, si può essere anche più produttivi che in città. Lo confermato le ultime ricerche nel campo delle neuroscienze che quando si alternano periodi di focus a momenti di distrazione (in un rapporto di circa tre a uno) il cervello riesce a rimanere più performante e creativo.

Da oltre 10 anni il team che ha creato questa realtà, sviluppa soluzioni innovative legate al mondo del lavoro, in particolare quello giovanile. Con Borgo Office sono riusciti ad aggiungere un nuovo tassello al network, composto da migliaia di smart workers e nomadi digitali, facilitando un modus operandi a beneficio di tutti i soggetti coinvolti. Una “piattaforma” pensata, dunque, per conciliare in modo intelligente le esigenze delle due parti in gioco: i nomadi digitali e le aziende agricole che si stanno attrezzando per offrire determinati requisiti, fino anche ai piccoli centri scelti fra quelli più caratteristici e attrattivi d’Italia. Ma il cerchio, a pensarci bene, si allarga ben oltre, alla popolazione locale ad esempio, alle amministrazioni, ecc.

Come conferma al Sole24ore.com l’ideatore di questo progetto, Federico Pisanty, Borgo Office ha preso avvio in un periodo di crisi e guarda fiducioso oltre l’ostacolo delle restrizioni agli spostamenti tutt’ora in essere nell’ambito delle misure anti Covid. L’ambizione è verso un futuro a misura d’uomo, delle sue tradizioni e dei suoi valori, mentre strizza l’occhio alle esigenze e alle tecnologie della New Economy.

Paul k. Fasciano, co-owner di InsideMagazine, formatore, autore e business coach, mette competenza, etica ed empatia al servizio di professionisti e aziende, orientandoli alle migliori strategie di comunicazione.

Scozia vaccino covid19
Articolo Precedente

Vaccini anti Covid19 in Scozia: impatto "spettacolare"

Articolo Successivo

Grave incidente d'auto per Tiger Woods, ma il suo Genesis GV80 gli salva la vita

Ultime News

7 giorni con Virginia Raggi

di Virginia Rifilato e Gabriel Rifilato – Un’intervista esclusiva di Roman Walks in collaborazione con InsideMagazine. La versione integrale

“La Vignetta”