trading online

Quali sono i rischi reali del trading online

4 mins read

Il trading online è una modalità di investimento sempre più praticata in ogni parte del globo, Italia compresa. Si tratta di una attività di carattere finanziario e, come tale, caratterizzata da una volatilità estremamente accentuata.
I rischi per coloro che muovono i loro primi passi nel settore sono evidenti, come i numeri su chi guadagna realmente nel trading certificano. È possibile ridurli al minimo? La risposta è positiva se ci si muove in una direzione corretta e si vanno ad affrontare singolarmente i rischi del trading online.

Attenzione al broker

Il primo modo di ridurre i rischi è quello di muoversi con cognizione di causa e soppesando ogni singola mossa, a partire dalla scelta della piattaforma con cui operare. Può sembrare assurdo, ma molti aspiranti trader hanno perso i loro soldi senza neanche iniziare ad investire.
Questo perché esistono sedicenti broker che offrono condizioni molto vantaggiose al fine di spingere gli interessati ad aprire un account sulla propria piattaforma, che provvederanno poi a svuotare. Per evitare questa truffa è necessario rivolgersi solo ed esclusivamente agli operatori dotati di regolare licenza rilasciata dalla Consob. Affidarsi ad un broker solo perché offre condizioni allettanti, senza sincerarsi di questo pre-requisito, è un comportamento autolesionistico. 

Occorre muoversi con circospezione

Una volta scelta la piattaforma, il rischio si sposta sulle operazioni che si decide di intraprendere. Come è noto, soltanto una minoranza è in grado di guadagnare investendo i propri soldi su asset finanziari mentre il grosso degli investitori è destinato ad andare ad infoltire il cosiddetto parco buoi, ovvero coloro che perderanno gran parte del proprio capitale non riuscendo a catturare il trend o ad interpretarlo per tempo.
Il modo migliore per sottrarsi a questo destino è ravvisabile nella formazione continua. Occorre cioè dotarsi degli strumenti tecnici e delle competenze di carattere economico le quali possono aiutare a comprendere meglio quanto sta accadendo. La strada consigliata per farlo è seguire i corsi proposti online dalle piattaforme e informarsi in continuazione su quanto sta accadendo nel campo economico e politico. In tal modo sarà possibile avere una panoramica esauriente su cui incidere con l’utilizzo di strumenti fondamentali come l’analisi tecnica e quella fondamentale.

I pericoli rappresentati dallo stress

Il trading online è una modalità di investimento ad alto rischio. I pericoli, però, possono venire da più parti, anche da quelle che non ci si attenderebbe, ovvero dalla propria psiche. Per portare avanti una attività di questo genere, occorre prendere atto che il nostro fisico non è in grado di reggere oltre un determinato limite, raggiunto il quale occorre staccare per non provocare un livello di stress il quale può riflettersi sulla tenuta nervosa.
Ove ciò accada i rischi tendono a diventare sempre più forti. Proprio per questo motivo sono stati inventati strumenti come lo stop loss, che lavorano in automatico liquidando le posizioni una volta che sia stato raggiunto un livello prefissato di perdita. Questi strumenti possono operare nei momenti in cui il trader decide di concedersi qualche ora di riposo risultando quindi di grande utilità per circoscrivere il rischio.

Pierfrancesco Palattella, Consulente Digital Marketing, Seo, Digital PR. Co-owner di Linking Agency, giornalista e formatore di scrittura tecnica per i motori di ricerca, aiuta aziende ad aumentare la visibilità su Google.

Articolo Precedente

Il cambiamento arriva da chi abbiamo vicino. La società post-Covid.

Articolo Successivo

Ufficio Skills: come gestire il potenziale dei dipendenti

Ultime News