///

In Australia arriva la Nexo, la prima auto commerciale ad idrogeno che purifica l’aria

4 mins read

Mentre da noi si cercano le ultime gocce di petrolio, in Australia viene commercializzata la prima auto ad idrogeno, con tanto di stazioni per la ricarica in soli 5 minuti.

Un viaggio a zero emissioni lungo 887,5 km: è il nuovo record mondiale per la distanza più lunga percorsa da un veicolo alimentato a idrogeno che è stato stabilito in Australia da una Hyundai Nexo guidata dal pilota australiano di rally Brendan Reeves. Il precedente primato del mondo era detenuto sempre da una Nexo che nel 2019 – con l’aeronauta Bertrand Piccard, fondatore di Solar Impulse, alla guida – aveva percorso da Sarreguemines a Le Bourget in Francia 778 km senza fare mai rifornimento.

Idrogeno VS elettricità

Un’’auto che percorre 900 chilometri con un pieno e mentre si muove purifica l’aria è una bella notizia per il futuro sostenibile della mobilità. Soprattutto considerando le notizie non proprio confortanti sull’inquinamento delle auto elettriche. La realtà è che il tipo di auto elettrica che commercializziamo adesso non è concepita per una sostenibilità a lungo termine. La produzione delle  batterie, infatti, aumenta in media del 25% l’anno e tra 10 o 15 anni ci sarà una drammatica quantità di batterie da smaltire. Esse contengono molti elementi inquinanti, come il cobalto, il nickel e il manganese, più complessi da smaltire rispetto alle batterie tradizionali e in numero considerevolmente maggiore.

Ma oggi, per la prima volta la tecnologia del fuel cell ad idrogeno viene applicata di serie su un’autovettura commercializzata e che soprattutto permette di avere un’autonomia così significativa, con tempi di ricarica bassissimi.

La Hyundai del futuro

Si tratta della Hyundai Nexo un auto di piccola cilindrata che batte tutti i produttori di auto mondiali e stabilisce un record di sostenibilità, con un carico di 6,27 chilogrammi di idrogeno purifica 449.100 litri di aria durante il tragitto (quanto il consumo del respiro di 33 persone per un giorno intero) e dal suo tubo di scarico emette solo acqua. Questa automobile non produce CO2, né altre emissioni inquinanti; basti pensare che un veicolo equivalente, con motore a combustione tradizionale, sulla stessa distanza emette circa 126 kg di CO2. Il motore ad idrogeno entra così nel mercato delle auto e punta ad affiancarsi a quello elettrico tra le soluzioni di mobilità sostenibile che il mondo sta adottando. La Hyunday diventa così la prima casa automobilistica mondiale a produrre un veicolo a celle a combustibile a idrogeno per il mercato.

Record di autonomia

«Come pilota di rally, ho sempre voluto battere un record mondiale, ma non avrei mai immaginato che sarebbe successo in questo modo – ha spiegato Brendan Reeves – Quando siamo partiti la mattina presto da Essendon Fields, ho trovato Nexo immediatamente familiare e facile da guidare: i comandi sono intuitivi e semplici da usare, la posizione di guida eccellente e i sedili molto comodi. Nexo su strada aperta è davvero nel suo ambiente, con la sua ampia autonomia, l’abitacolo tranquillo e raffinato e il propulsore elettrico a celle a combustibile fluido e silenzioso». Il viaggio è durato 13 ore e 6 minuti, ad una velocità media di 66,9 km/h.

Hyundai Motor Becomes World's No. 1 Seller Of Hydrogen Fuel Cell Vehicles -  FuelCellsWorks

L’auto monta un sistema di celle a combustibile a idrogeno che per generare elettricità fa passare il gas attraverso una struttura membranosa dove incontra l’aria presa dall’ambiente esterno, un processo che alimenta un motore elettrico. L’elettricità generata in eccesso, compresa l’energia accumulata durante la frenata, viene immagazzinata in una batteria agli ioni di litio. Il rifornimento della Nexo impiega 5 minuti.

La prima nazione dove l’auto è stata messa in vendita è l’Australia, dove sono state costruite anche le prime stazioni di rifornimento. Una vera visione di futuro sostenibile.

antifurto casa
Articolo Precedente

Come scegliere l’antifurto più sicuro per la propria abitazione

Articolo Successivo

Leader del futuro, eccoli!

Ultime News