Casavo rivoluziona il modo di vendere e comprare casa anche in Portogallo

/
7 mins read

Stanno cambiando il modo di vendere e comprare casa. Più semplice, più veloce, più tecnologico, più smart. Ecco perché Casavo sta conquistando il mercato immobiliare europeo.

Come lo fa Casavo? In modo più intelligente, integrando una serie di strumenti per accelerare il processo di compravendita. Ci riesce grazie alla sua tecnologia e al suo team altamente formato grazie al quale è in grado di acquistare immobili in modo rapido, rifinirli e rimetterli sul mercato: un’esperienza del tutto nuova e semplificata, che tu voglia vendere o acquistare.

Il team Casavo

Casavo consolida la propria presenza in sud Europa

Il lancio arriva dopo due anni dall’ingresso in Spagna. La PropTech leader in Europa prevede un piano di investimento iniziale di oltre €100 milioni per l’acquisizione di immobili residenziali in Portogallo. Una notizia che non passerà inosservata nell’ambiente della compravendita immobiliare. Un’opportunità di lavoro anche per giovani appassionati del mondo immbiliare, considerato che il team portoghese verrà ampliato con oltre 20 nuovi profili nei prossimi mesi.

Casavo, la piattaforma digitale per il mercato residenziale che sta ridisegnando l’esperienza di chi vende e compra casa in Europa, ha dunque annunaciato il proprio ingresso nel mercato portoghese con un investimento di oltre €100 milioni per l’acquisizione di case nel breve periodo. Il team locale è basato nell’ufficio di Lisbona, dove Casavo prevede di assumere più di 20 persone nei prossimi due mesi, per rafforzare ulteriormente il proprio piano di crescita.

Il lancio in Portogallo consolida la presenza di Casavo nel Sud Europa, dove è già presente in Spagna dall’inizio del 2020. La scelta di Lisbona è altamente strategica: in media, in Portogallo come in Italia sono necessari circa sei mesi per vendere una proprietà residenziale. Portando trasparenza dei prezzi, liquidità e dinamismo al mercato attraverso un modello innovativo, Casavo riduce l’incertezza e lo stress di venditori (facendo un’offerta in sole 48 ore, oppure trovando l’acquirente ideale) grazie alla tecnologia e all’ottimizzazione dei processi.

Meglio acquistare

Casavo si fa quindi carico di ristrutturare l’immobile più o meno estensivamente, re-immettendo sul mercato un prodotto in linea con le attuali esigenze abitative. “Il mercato immobiliare portoghese è in linea con una piattaforma come Casavo, in quanto le persone preferiscono ancora acquistare casa piuttosto che affittare, con il 60% del patrimonio immobiliare costruito prima degli anni ’80 e quindi con forte necessità di riqualificazione”, ha dichiarato Giorgio Tinacci, fondatore e CEO di Casavo. “Inoltre, come altri mercati dell’Europa meridionale, è ancora molto frammentato, complesso e offline, mentre la pandemia ha accelerato la propensione all’utilizzo di soluzioni digitali da parte dei consumatori.

L’ingresso nel mercato portoghese ci consente quindi di procedere con la nostra espansione, rafforzando la nostra proposizione di valore, già consolidata in Italia e Spagna, e continuando a investire in innovazione”.

Dalla sua fondazione nel 2017, Casavo ha raccolto più di €450 milioni di capitale tra equity e debito, assicurandosi la fiducia di alcuni tra i più grandi investitori a livello globale, tra i quali Exor, Project A Ventures, 360 Capital, Picus Capital, P101, Bonsai Partners, DE Shaw & Co e Goldman Sachs.

Con un team internazionale composto da oltre 300 persone, ad oggi Casavo è presente in sette città europee, oltre a Lisbona, che sono Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna, Madrid e Barcellona, e ha effettuato più di 2.300 transazioni per un valore di oltre 700 milioni di euro. Casavo ha inoltre sviluppato un modello inclusivo nei confronti delle agenzie immobiliari, operando con più di 2.500 partner nelle città in cui è attiva.

Di più su Casavo

Casavo è la piattaforma digitale per il mercato residenziale che sta ridisegnando l’esperienza di chi vende e compra
casa in Europa attraverso l’utilizzo della tecnologia in ogni fase del processo di compravendita. Lo fa aiutando
chiunque voglia vendere o comprare casa a farlo in maniera semplice, veloce e vantaggiosa, fornendo la soluzione
più adatta alle esigenze di ognuno.

Casavo offre servizi integrati dedicati alla casa e un’esperienza chiavi in mano, anche grazie al modello inclusivo sviluppato per collaborare stabilmente con i principali operatori del mercato (agenzie immobiliari, imprese di ristrutturazione e banche). Fondata nel 2017 da Giorgio Tinacci, Casavo opera attualmente in Italia (Milano, Roma, Torino, Firenze e Bologna), Spagna (Madrid e Barcellona) e Portogallo (Lisbona), e si sta rapidamente espandendo in nuovi mercati europei, grazie a un team internazionale di oltre 300 persone e al supporto di investitori a livello globale. Ad oggi (gennaio 2022), Casavo ha effettuato più di 2.300 transazioni per un valore complessivo superiore a 700 milioni di euro. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.casavo.it.

Nata a Milano nel 2017 con la missione di cambiare il modo in cui le persone vendono, vivono e acquistano case in Europa creando prodotti tecnologici in grado di gestire e gestire la complessità delle transazioni immobiliari, Casavo ha l’ambizione di espandere la sua attività in tutta Europa. Recentemente stabilitasi in Spagna, ora sta entrando in Portogallo. 

I suoi clienti sono::

  • persone che vogliono vendere le loro case in fretta ed evitare il dolore di fare i conti con la burocrazia o di organizzare visite e sopralluoghi
  • persone che cercano case belle e ristrutturate
  • agenti immobiliari disposti ad offrire i propri servizi in modo innovativo e semplice

Infine, ma non meno importante, Casavo è un’azienda basata sui valori, cosa che in questo ambiente fa una grande differenza: è permeata da una cultura profonda, definita da un quadro di valori forti. Dal giorno zero i suoi dipendenti sono proprietari delle loro attività e progetti, imprenditori e partecipanti attivi del successo dell’azienda. In Casavo, dichiara l’azienda, si crede fermamente che ogni singolo dipendente possa avere un impatto importante sulla crescita di tutti.

Articolo Precedente

John Bargh - A tua insaputa

Articolo Successivo

Yoga con Valentina: Virabhadrasana 3

Ultime News