Mal di schiena: ecco da cosa può dipendere e come combatterlo

Il mal di schiena è uno dei dolori più diffusi tra la popolazione generale e le cause della sua comparsa sono numerose.

4 mins read

Chi soffre di mal di schiena sa bene quanto questo possa interferire con lo svolgimento delle normali attività quotidiane, rendendo difficoltose anche le azioni più comuni. È per questo motivo che non si dovrebbe trascurare neanche il minimo accenno a un dolore alla schiena il quale potrebbe essere il campanello d’allarme di problemi più gravi oppure, quando è generato dalle errate posture che manteniamo durante il giorno, potrebbe peggiorare e cronicizzarsi.

Per ridurre le sensazioni dolorose dovremo intervenire con medicinali specifici, come gli antinfiammatori locali Dicloreum contro il mal di schiena, in grado di ridurre in fretta infiammazioni e sintomi dolorosi, ma è bene ricordare che, senza un intervento diretto sulle cause, il dolore tornerà in poco tempo a fare la sua comparsa.

Mal di schiena: quali sono le cause più comuni

Tra le cause più comuni del mal di schiena troviamo le posture errate che si assumono e si mantengono nel corso della giornata, a volte per molte ore consecutive. Quando si guida l’automobile oppure si sta seduti in ufficio o a scuola, ma anche se si svolgono lavori che costringono a stare in piedi a lungo, si tende a rimanere a lungo immobili in posizioni che non sono ottimali per la colonna vertebrale, sottoponendola a uno stress eccessivo che, a lungo andare può causare sofferenza.

Anche movimenti scorretti o improvvisi possono causare sensazioni dolorose alla schiena. Nel momento in cui ad esse si associa una attività fisica scarsa o inesistente, i problemi aumentano in modo esponenziale a causa dell’indebolimento dei muscoli.

Tra le cause del mal di schiena rientrano anche tutte le deformazioni a cui può essere soggetta la colonna vertebrale, prima fra tutte la scoliosi, ma anche lesioni, traumi, degenerazione dei dischi intervertebrali o disturbi secondari. Tra questi rientrano ad esempio i problemi a carico di fegato e intestino.

Il dolore percepito provoca per reazione la contrazione dei muscoli che, oltre a peggiorare la situazione, può essere alla base dell’insorgenza di infiammazioni secondarie.

Sintomi del mal di schiena

Il mal di schiena può essere localizzato in punti specifici oppure, quando la causa è più profonda, può irradiarsi ad altre zone del corpo. Ad esempio, la sciatica causa il prolungamento della sensazione dolorosa verso le gambe mentre il dolore localizzato a livello della cervicale tende a irradiarsi lungo le braccia e può coinvolgere anche le mani.

In caso di movimenti scorretti o traumi di vario tipo, il dolore potrebbe insorgere nelle ore successive.

Come combattere il mal di schiena

Per prima cosa vi ricordiamo di evitare il fai da te, soprattutto se vi trovate a dover affrontare un dolore di tipo cronico, e di consultare il vostro medico di fiducia per avere consigli medici di tipo professionale.

Quando il dolore alla schiena è causato da posture scorrette che hanno causato stress e infiammazioni alla colonna vertebrale, oltre ad assumere farmaci per ridurre le sensazioni dolorose, dovete intervenire attivamente eliminando le cattive abitudini che riguardano posture errate e mancanza di movimento.

Articolo Precedente

Nasce Italian Delights, la piattaforma che porta le maestrie dell’alta enogastronomia italiana in tutto il mondo

Articolo Successivo

Al "Sales Mastery University", il vero lupo di Wall Street insegna marketing

Ultime News