Un’estate all’insegna del glamping? Tipì è la startup travel che rilancia il turismo in chiave green

Con un’eco-tenda smontabile realizzata in legno e un telo brevettato e realizzato al 50% con scarti di tessuto, Tipì punta ad avvicinare i viaggiatori alla natura.

///
7 mins read

Secondo il report dell’Osservatorio del Turismo Outdoor, per la prossima stagione estiva 2022 saranno sempre di più i turisti che decideranno di passare le proprie vacanze all’aria aperta, consolidando così i dati positivi del turismo open air già in crescita nel 2021 con un +38% rispetto al 2020.

Turisti e natura

Che dopo anni di pandemia i nuovi turisti puntino a riconnettersi maggiormente con la natura per riscoprire un nuovo modo di viaggiare?

Dai dati sembrerebbe di sì ed emerge che i turisti presenti sulla Penisola per la prossima stagione saranno tra i 48 e 45,4 milioni e ci saranno circa 26 milioni di presenze solo in camping, village e strutture in grado di garantire ai viaggiatori una vera immersione nella natura.

Vivere una travel experience in perfetta connessione con il paesaggio circostante per poter ritrovare quel benessere e quella libertà che gli spazi chiusi ci hanno tolto per troppo tempo: con Tipì, la startup glamping emiliana, è possibile. Nata da un’idea di Riccardo Arletti, la startup Tipì ha creato un’eco-tenda sostenibile per rilanciare il turismo promuovendo, così, una filosofia green anche in vacanza.

“Vogliamo diffondere una nuova tipologia di turismo che punti a rilanciare il settore con un occhio di riguardo per la sostenibilità e la vicinanza con la natura attraverso eco-tende sostenibili e realizzate con materiali riciclati”-  afferma Riccardo Arletti – La mission di Tipì nei prossimi mesi sarà quella di creare una comunità di strutture ricettive virtuose con cui collaborare per proporre ai viaggiatori un nuovo tipo di turismo esperienziale”

Vincitrice del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2021 di Legambiente per la categoria Ecodesign, del primo premio di startup dell’edizione 2021 del Campus ReStartApp e dopo aver inaugurato la sua prima stagione turistica nel cuore dell’Emilia Romagna, Tipì è ora pronta a diffondere un nuovo modo di fare glamping in giro per il Bel Paese.

Tipì punta sull’up-cycling e la cura dei dettagli

Dormire in una Tipì è un’esperienza inclusiva e ogni dettaglio non viene lasciato al caso per donare all’esperienza del glamping una particolare attenzione alla sostenibilità e alla valorizzazione del territorio.

Infatti, la struttura di ogni eco-tenda Tipì è realizzata in legno e tessuto riciclato, ottenuto al 50% dalla lavorazione di scarti provenienti dal settore tessile, e presenta una struttura facilmente trasportabile, smontabile e immagazzinabile per supportare la circolarità del prodotto.

Anche i suoi materiali puntano sull’innovazione: grazie alla collaborazione con l’azienda mantonava Giovanardi, il tessuto Raytent con cui si realizzano le tende è il primo filato acrilico tinto in massa di riciclo pre-consumo, ovvero recuperato da materiale nuovo scartato durante la lavorazione industriale dall’intera filiera tessile prodotto in Italia e possiede la certificazione ReMade in Italy.

E per garantire una completa travel experience, Tipì punta tutto sul benessere dei propri ospiti: grazie alla collaborazione con l’azienda carpigiana Essent’ial, Tipì offre ai propri viaggiatori gadget sostenibili come lo zaino ecosostenibile e la borraccia in dotazione che aiutano la startup a ricreare un contesto turistico all’insegna della sostenibilità.

“Abbiamo voluto reinterpretare la filosofia del glamping rendendola realmente green e dandogli un concept più minimal – racconta Riccardo Arletti, Founder di Tipì – Abbiamo deciso, infatti, di creare un’esperienza che potesse essere davvero alla portata di tutti, con la voglia di contribuire alla valorizzazione dei territori, delle piccole strutture ricettive e agricole che hanno scelto di adottare il nostro modello di turismo sostenibile per la stagione.”

Estate 2022: dove vivere il glamping con Tipì

Con la nuova stagione estiva 2022, si potrà vivere un’esperienza di glamping sostenibile pernottando in una Tipì nei panorami più belli della penisola: dai colli bolognesi, all’entroterra emiliano, arrivando nel cuore della Toscana o nel pittoresco paesaggio pugliese.

Le località in cui sarà possibile pernottare sono distribuite tra Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche e Puglia con l’obiettivo di portare presto il glamping anche in Lombardia.

Per questo l’obiettivo di Tipì per questa nuova stagione estiva sarà quello di sviluppare ed esportare questa filosofia in diversi agriturismi tra Emilia Romagna, Piemonte, Liguria, Puglia, Marche e Toscana tenendo sempre a mente l’importanza del territorio e del suo sviluppo – afferma Riccardo Arletti – Puntiamo a raggiungere tutti i viaggiatori che desiderano ritrovare una nuova connessione con la natura e che siano pronti a vivere un’esperienza di viaggio unica nel suo genere”.

Di più su Tipì

Startup nata a Carpi (MO) che realizza eco-tende sostenibili per rilanciare il turismo green sul territorio. Fondata nel 2021 da Riccardo Arletti, giovane imprenditore classe 1994 e laureato presso l’Università di Bologna in Scienze Politiche con un focus sullo sviluppo del territorio e sulla sua sostenibilità. Nel corso del 2021, Tipì è riuscita a classificarsi tra le 14 startup più meritevoli nell’edizione annuale di ReStartApp, il Campus di incubazione e accelerazione per le giovani imprese del territorio appenninico italiano e promosso dalla Fondazione Edoardo Garrone in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Nel 2021, Tipì è la prima startup vincitrice del prestigioso Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2021 di Legambiente per la categoria Ecodesign.

Articolo Precedente

Ncode4Students: formare gli studenti universitari al mondo del lavoro sulle tecnologie No Code

Articolo Successivo

ALTRO CHE CHOOSY! Da noi stipendi inferiori a 30 anni fa

Ultime News