///

Conosci il marketing digitale per promuovere la tua impresa

16 mins read

Negli ultimi anni, i dispositivi digitali e i social media hanno trasformato il campo del marketing. Lo sappiamo bene: le aziende non si affidano più esclusivamente a pubblicità televisive o radiofoniche, cartelloni pubblicitari e annunci stampati, ma raggiungono il proprio pubblico sempre più spesso online tramite contenuti, e-mail, social media e altri tipi di marketing digitale. Scopriamo quali per conoscere più da vicino le strategie perfette per il tuo brand.

Sopravvivere o crescere nel mercato di oggi?

Vuoi sopravvivere o vuoi crescere e prosperare? La domanda non è affatto scontata, perchè anche se è ovvio che la tua azienda ha bisogno di clienti per rimanere a galla, ancora poche aziende sanno veramente come sfruttare le opportunità di marketing odierne e come integrarle sapientemente tra loro. L’assunto è questo: per ottenere clienti, devi promuovere la tua attività. Ai bei vecchi tempi, si trattava di decidere tra un volantino, un opuscolo, una cartolina o un annuncio sul giornale locale. Ma nel mondo digitale di oggi le cose si complicano, considerate le tantissime possibilità di integrazione.

Il punto è questo: che tu stia avviando una nuova attività o ne abbia già una, avere una forte presenza online per il tuo marchio è estremamente importante. E’ decisivo, e fa la differenza tra il semplice sopravvivere, e la crescita esponenziale. Se sei un piccolo imprenditore con poca esperienza nel marketing online, crearere una strategia per aumentare la tua presenza online potrebbe sembrare complicato. E in effetti può esserlo, se non sai bene cosa fare e dove mettere le mani.

Acquisire il know-how è una doverosa base di partenza, o affidarti a un’agenzia che sappia affiancarti cucendoti un abito su misura. Anche in questo caso non è facile trovarne. Ma non temere, siamo qui per aiutarti. Lo faremo dal punto di vista del Coaching Editoriale su cui la nostra redazione si basa: professionisti che sostengono altri professionisti e PMI nelle loro strategie di comunicazione e che hanno a loro volta uno straordinario sostegno da parte di partner capaci di erogare qualsiasi tipo di servizio di marketing, come quelli di cui ti stiamo per parlare.

Partiamo dal know-how quindi: nozioni di base per orientarti e capire con quali carte devi giocare oggi. Almeno quelle indispensabili.

Strategie di marketing digitale

Il marketing digitale ha lo scopo di aumentare la consapevolezza di un marchio e costruire una pipeline di lead qualificati che si trasformino in vendite (se nel marketing non parliamo un po’ anglosassone poi sembra che non ne capiamo davvero, ndr). Con una piccola impresa, spargere la voce può essere difficile a causa della minore visibilità e della mancanza di risorse (come budget o tempo). Tuttavia, esistono strategie chiave che possono aiutarti a ridimensionare gli sforzi di marketing della tua impresa.

Che tu stia lottando con un budget limitato, i limiti di tempo causati dall’avere un team più piccolo o anche la mancanza di conoscenza, focus, direzione, costruire un piano di marketing appropriato per la tua azienda è il primo, radicale punto di partenza da cui iniziare per ottenere indicazioni su cosa sta funzionando e cosa puoi fare meglio. Non preoccuparti che sia perfetto all’inizio, lo migliorerai man mano che cresci. Ok?

Intanto due note introduttive: conosci il tuo pubblico e presidia i motori di ricerca col tuo sito istituzionale.

Conosci il tuo pubblico

Un errore fondamentale è pensare che “chiunque” possa essere un tuo acquirente. Le aziende più grandi possono essere in grado di attrarre un ampio mercato, ma anche loro sanno perfettamente (e le studiano in profondità) che “la ricchezza sta nelle nicchie”. Una nicchia che cos’è esattamente? E’ dove avrai più leva come piccola impresa perché proprio in quell’ambito il tuo servizio o prodotto porterà valore, risolverà un problema o un’esigenza (che più specifica è, e meglio verrà percepita). Ci sei? Quindi il nuovo dogma è questo: la nicchia! E per sviluppare una nicchia e attirare gli acquirenti all’interno della stessa, è necessario comprendere le loro urgenze, i problemi, gli eventi scatenanti e le loro imprescindibili priorità.

Domandati allora: cosa li spinge a prendere una decisione di acquisto? Conoscere la risposta ti aiuterà a creare messaggi che risuonino e rappresentino una soluzione convincente per la tua buyer persona (cliente ideale). Quindi primo passo: inizia pensando ai tuoi clienti, quelli già esistenti ma anche quelli con chi vorresti lavorare creando per loro i nuovi servizi che ti proponi per portare innovazione nel tuo settore. 

Crea un sito web per presidiare la tua presenza online

Avere un sito web dall’aspetto professionale è una delle risorse più importanti di cui ti devi avvalere per la tua piccola impresa. Qui è dove mostrerai chi sei, cosa offri, dove sei e come il potenziale cliente di cui sopra può mettersi in contatto con te.

È un canale che possiedi sempre (a differenza di altre piattaforme che possono cambiare le politiche o andare fuori moda) e, se ci investi un poco delle tue risorse, ha la capacità di generare traffico organico oltre a essere un luogo dove convogliare traffico da pubblicità e altre iniziative di marketing.

Per riuscire in questo notevolissimo intento devi partire da un cambio di paradigma che in molti stentano ancora a fare, che è questo: il tuo sito web non è solo una semplice brochure! Devi avere l’intelligenza e la capacità di trasformarlo nel tuo miglior venditore, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Un venditore che sappia come convertire il traffico e trasformarlo in lead (i preziosi contatti che saranno presto tuoi clienti).

Fatte queste doverose premesse, andiamo a vedere nel dettaglio come spargere la voce su chi sei e cosa fai per attrarre nuovi clienti (e fidelizzare i vecchi). Queste le aree strategiche che devi saper coprire:

  • E-Mail Marketing
  • Motori di ricerca (in particolare, Google e Maps)
  • Influencer Marketing
  • Content Marketing per notizie sul tuo brand, eventi, iniziative
  • Marketing Pay Per Click
  • Affiliate Marketing
  • Marketing tramite messaggi istantanei

Marketing via email

L’email marketing è ancora uno dei tipi di marketing digitale più semplici ed efficaci, poiché è in grado di raggiungere costantemente un pubblico di clienti abituali e di potenziali acquirenti. I numeri lo dimostrano: sono oltre 100 miliardi le e-mail inviate e ricevute in tutto il mondo ogni giorno. L’aspetto importante dell’email marketing sta nel dare valore con le tue email. Mettiti nei panni di chi le riceverà: cosa li porterà ad aprire e a cliccare con curiosità proseguendo nel percorso indicato nel tuo messaggio? Prima di inviare un’email, allora, crea questo percorso e fai in modo che dia qualcosa di bello e interessante a chi lo segue, fino ad un vantaggio “ulteriore”. Questo corrisponderà alla prima “call to action” per la tua vendita. Molto bene, ora che stai già riflettendo sul tuo percorso ideale, parliamo dei…

Vantaggi dell’email marketing

  • L’email marketing consente alle aziende di aggiornare regolarmente i clienti su nuovi prodotti e promozioni. Consente inoltre ai clienti di scoprire quando un’azienda offre coupon o effettua una vendita straordinaria. Copri quindi ogni tuo evento con una serie (almeno 3 differenti) di email.
  • Le email possono sembrare più personali rispetto ad altri tipi di marketing digitale. Fa’ in modo che ne abbiano il più possibile l’apparenza. Ad esempio inizia la tua email così: Ciao Mario, abbiamo pensato a te…”. I clienti apprezzano che aggiornamenti regolari vengano inviati alla loro casella di posta, piuttosto che imbattersi in annunci pubblicitari.
  • Le email sono decisamente meno invadenti di telefonate ed SMS.
  • Coloro che sottoscrivono newsletter di siti di loro interesse manifestano un interesse che non deve essere tradito o trascurato. Se farai bene questa parte, questi “curiosi” tenderanno a diventare visitatori attivi e poi clienti abituali dei tuoi prodotti.
  • Quando i clienti diventano acquirenti regolari, possono essere raggruppati in categorie con altri acquirenti che condividono interessi simili, in modo che i messaggi email possano essere adattati (dunque ulteriormente personalizzati) a ciascun segmento di acquirenti.

Ottimizzazione del posizionamento sui motori di ricerca

La SEO è un insieme di pratiche che allineano la tua attività all’algoritmo di ranking di Google. Ma poiché questo algoritmo si è evoluto per utilizzare l’apprendimento automatico e il comportamento degli utenti per produrre i risultati più accurati e di qualità per chi cerca contenuti, questo tipo di ottimizzazione deve essere sviluppata per dare valore.

Il marketing per l’ottimizzazione del nostro rank sui motori di ricerca (SEO, ovvero Search Engine Optimization) è tra i più importanti ed efficaci approcci al marketing digitale che oggi è in grado di promuovere un prodotto o un’attività. La SEO, nello specifico, è il processo di ottimizzazione di un sito e del suo contenuto per stabilire una maggiore visibilità nei risultati dei motori di ricerca, almeno secondo Search Engine Journal. E noi siamo d’accordo, ovviamente.

La SEO è fondamentale perché molti consumatori acquistano online, utilizzando motori di ricerca come Google. Quando digitano determinate parole chiave o frasi, il motore di ricerca genera risultati basati su quelle parole chiave o frasi specifiche. Secondo Backlinko, il primo risultato di ricerca di Google ha una percentuale di click del 31,7% e quasi il 90% si focalizza comunque nella prima pagina.

Vantaggi della SEO

Ci sono diversi vantaggi nell’usare la SEO per un’azienda. I seguenti sono i più importanti:

  • la SEO ottimizza la visibilità con risultati di ricerca organici non pagati
  • porta il traffico verso siti pertinenti con parole chiave specifiche
  • cambia in base alle mutevoli esigenze del cliente
  • aiuta a stabilire e mantenere una clientela online

Influencer e social media marketing

Oltre la gestione dei social che puoi fare personalmente, puoi valutare il sempre più emergente ruolo degli influencer. Secondo Smart Insights, circa 3,8 miliardi di persone utilizzano i social media nel 2020, con un aumento del 9% rispetto al 2019. Un trend in costante crescita. Date le dimensioni di quel pubblico, non sorprende che il social media marketing, insieme all’uso di influencer, sia diventato uno dei tipi di marketing digitale in più rapida ascesa. I canali social sono diventati ancora più importanti negli ultimi anni, poiché sempre più aziende e marchi pagano per pubblicizzare i loro prodotti o servizi sulle piattaforme di social media.

Il marketing degli influencer sui social media comprende il posizionamento di prodotti da parte di persone, aziende o organizzazioni che hanno credibilità o sono ben note, in particolare su Instagram e Snapchat. Sebbene le sponsorizzazioni non siano affatto una nuova strategia di marketing, gli influencer dei social media non sono solo le tipiche celebrità. Spesso sono persone normali, che hanno però uno stile distintivo nel raccontarsi e raccontare. E’ questo carattere differenziante che li fa essere apprezzati da una cerchia di utenti che ne condividono lo spirito. Quindi, per ogni influencer, c’è un’azienda che può migliorare la propria visibilità accostandosi a valori specifici.

Le aziende, infatti, hanno notato che le persone rispondono ai prodotti quando vengono promossi dai loro colleghi o da persone che ammirano. Spesso, i grandi brand offrono prodotti scontati o gratuiti a personalità con un grande seguito online in cambio della pubblicazione di immagini con il prodotto e dell’utilizzo di determinati hashtag per coinvolgere gli spettatori. Tu puoi fare lo stesso con personaggi magari meno noti, ma probabilmente più veraci, e scalare così i gradini della tua brand reputation.

Una delle agenzie di cui abbiamo parlato recentemente, Mambo, si occupa proprio di questo: influencer al servizio del branding di aziende alla ricerca di notorietà.

Promuovere la tua attività su Google

Usare Google per promuovere la tua attività è un gioco da ragazzi che può farti conquistare oltre il 90% della quota di mercato. Google, lo sai, non è solo un browser di ricerca, ma una vera e propra cassetta degli attrezzi per presentarsi ai consumatori che sono attivamente alla ricerca di soluzioni. 

Per le PMI che hanno un profilo particolarmente local (pensa ad esempio ad una gelateria o a un meccanico auto) muoversi con disinvoltura creando una propria posizione su Google fa un’enorme differenza. Ed il bello è che ancora la gran parte delle aziende local non se ne sta curando. Approfitta di questo vantaggio competitivo e fallo subito. Come? Ecco come…

Crea e verifica il tuo profilo aziendale Google

Il tuo profilo aziendale di Google è ciò che consente alla tua attività di apparire nei risultati di Google Maps, nella sezione locale dei risultati di ricerca di Google e anche, quando qualcuno digita il nome della tua attività. Man mano che Google migliora sempre di più la sua capacità di fornire risultati su aziende locali, questo elenco gratuito si aggiorna fornendo per primi i risultati più pertinenti alla ricerca. Per questo curartene bene dovrebbe essere una priorità assoluta.

La chiave per utilizzare il profilo della tua attività per promuoverla, consiste nel verificare la proprietà della tua scheda tramite il tuo account Google My Business gratuito. Una volta acquisita la proprietà, puoi ottimizzare la tua scheda in modo che venga visualizzata più in alto nei risultati di ricerca e per ricerche più pertinenti.

modi migliori per promuovere il posizionamento della tua attività nei risultati di ricerca locali

Una volta che ti posizioni in classifica su Google Maps o ti presenti nel Local Pack delle pagine di ricerca, la tua attività sostanzialmente si promuove 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ancora meglio, puoi pubblicare post direttamente nella tua scheda di Google, inserendo promozioni interessanti per il tuo pubblico.

Crea un blog aziendale

Il contenuto non è solo un fattore importante, è “il” fattore che nel marketing digitale fa la differenza. La spiegazione è semplice: i motori di ricerca scansionano contenuti per trovare pertinenze in base alle ricerche effettuate dai loro utenti. Quindi, contenuti più pertinenti vengono mostrati per primi.

Questo è il funzionamento alla base della SEO che merita davvero una categoria a sé stante come strategia promozionale. Per inserire contenuti online non c’è forma migliore di un blog.

Attenzione, però- Il blog interno al sito aziendale non è un LiveJournal. Certo, puoi creare alcuni post sulle ultime novità e sugli eventi in calendario, ma limita questo tipo di contenuti al 20% dello spazio del tuo blog che, per il restante 80%, mostrerà contenuti educativi che hanno a che fare con il tuo mercato. Questo significa che andrai a rispondere alle domande e chiarirai i termini che i tuoi clienti ideali generalmente cercano su Google a proposito della tua area di attività.

Per parlare della tua azienda il tuo blog non è il posto migliore. Lo sono i magazine che parlano del tuo mercato. Come InsideMagazine ad esempio, che si occupa di contenuti che riguardano la new economy, quindi l’innovazione, il mondo digitale e delle professioni emergenti con l’industria 4.0. Contattare redazioni come quella di I’M e proporre Comunicati Stampa, questo è il modo di farsi conoscere senza sembrare autocelebrativi e sfruttando il “trust” di cui molti magazine come il nostro godono presidiando in modo statisticamente rilevante le prime pagine dei motori di ricerca.

Oltre il tuo blog: il content marketing

Il content marketing comprende l’uso della comunicazione visiva e scritta, dai post del blog ai meme e ai video, per promuovere un’azienda, un marchio o un prodotto. Il contenuto può essere qualsiasi cosa pubblicata online, dalle piattaforme dei social media ai siti Web aziendali, ai magazine di settore.

I magazine presenti online e ben posizionati sono certamente i più performanti veicoli di contenuti di valore che conferiscono credibilità e autorevolezza al tuo brand. Perché? Perché in questo caso è un magazine che parla di te, ne dà notizia e questo sottintende che vale la pena farlo. Questo significa acquisire più credibilità anche per Google che, ad ogni link esterno che porta al tuo sito (e qui si aprirebbe un altro capitolo sul Link Building come strumento di marketing), conferisce un “punteggio”. Come dire un premio che ti fa salire nelle SERP (le pagine del motore di ricerca).

Ulteriore vantaggio: questo tipo di magazine, con trust elevato, possono posizionare il tuo brand nella prima pagina dei motori di ricerca come Google per determinate parole chiave. Risultato: chi ti cerca, ti trova più facilmente e con contenuti di qualità.

Vantaggi del marketing dei contenuti

L’aspetto più importante del content marketing è la maggior comprensione da parte del pubblico di destinazione. Per creare un contenuto nel modo più efficace, è fondamentale sapere cosa vogliono acquistare i potenziali clienti e fornire le risposte in modo esaustivo. Per farlo esistono varie tecniche capaci non solo di informare, ma di coinvolgere e convincere della bontà di un servizio o prodotto.

Il content marketing è ulteriormente importante perché riguarda tutti gli altri tipi di marketing digitale, dalla SEO, ai post sui social media, il content marketing dà una spinta e funge da supporto per far funzionare meglio la strategia del tuo branding in generale. Tutto ciò che un tuo cliente attuale (o potenziale) legge sui magazine di riferimento, è un’occasione da sfruttare per portarli al tuo sito e alla tua promozione del periodo. 

In sintesi, ecco i vantaggi del Content Marketing:

  • Coinvolge un pubblico specifico
  • Attira i clienti anticipando i loro desideri
  • Aiuta a mantenere le relazioni con i clienti attraverso una comunicazione coerente
  • Promuove i prodotti
  • Informa i clienti su vendite, coupon e nuovi prodotti
  • Aumenta la reputazione di un brand
  • Conferisce autorevolezza alle persone che trattano di specifici argomenti (le interviste sono un must in questo senso)

Marketing Pay-Per-Click

Il marketing pay-per-click (PPC) è un altro tipo di marketing digitale utilizzato per promuovere un’attività o un prodotto. Il marketing PPC è quasi l’opposto del marketing SEO: mentre il marketing SEO è organico e non retribuito, nel caso del PPC le aziende pagano i motori di ricerca per pubblicizzare i loro prodotti tramite annunci.

Quando i consumatori utilizzano un motore di ricerca come Google, vedranno in prima linea annunci sponsorizzati in base alle parole chiave che inseriscono. Se gli utenti fanno click su uno di quegli annunci arrivando sulla pagina di atterraggio del tuo sito Web, tu corrisponderai a Google qualche centesimo per il servizio.

Vantaggi del marketing PPC

  • Il marketing PPC può generare molte entrate con un ROI elevato
  • può avvantaggiare tutte le parti in gioco, poiché i clienti trovano i prodotti che stanno cercando, le aziende vendono i loro prodotti e i motori di ricerca realizzano un profitto

Marketing di affiliazione

Il marketing di affiliazione coinvolge individui che, anche se non lavorano come dipendenti, offrono un servizio di pubblicizzazione per il quale guadagnano una commissione di vendita in micropercentuale. Gli affiliati differiscono dagli influencer dei social media in quanto vengono pagati in base ai tassi di conversione.

I marketer affiliati scelgono i prodotti che pensano di poter vendere e poi li promuovono online. Gli affiliati ottengono quindi un piccolo profitto da ogni prodotto che vendono per un’azienda.

Vantaggi del marketing di affiliazione

  • Il marketing di affiliazione avvantaggia le aziende e gli affiliati, poiché entrambi traggono profitto dal prodotto
  • Gli affiliati possono determinare quanto vogliono lavorare e guadagnano tanto o poco in relazione al tipo di attività che costruiscono
  • Le aziende possono anche collaborare con altre aziende come affiliate. In queste situazioni, le aziende possono promuovere reciprocamente i prodotti e trarne profitto

Marketing tramite messaggi istantanei

Il marketing dei messaggi istantanei consente alle aziende di raggiungere i clienti attuali o potenziali tramite metodi come SMS, WhatsApp, messaggi diretti di Instagram e Facebook Messenger. Il marketing tramite messaggi istantanei, come l’email marketing, può anche aiutare a stabilire un elenco di contatti di clienti che potrà essere successivamente sfruttato per campagne mirate di email marketing (vedi sopra).

Vantaggi del marketing con messaggi istantanei

  • Uno dei vantaggi del marketing tramite messaggistica istantanea è che offre alle aziende un elenco di contatti di clienti a cui possono rivolgersi regolarmente con coupon speciali, saldi e promozioni di nuovi prodotti.
  • Un altro vantaggio del marketing dei messaggi istantanei rispetto al marketing basato su telefonate a freddo, è che è più probabile che le persone siano disposte a leggere un messaggio piuttosto che rispondere a una telefonata da un numero sconosciuto.

Strumenti di marketing per messaggi istantanei

Le aziende dovrebbero considerare la gamma di modi per raggiungere i clienti su varie piattaforme, tenendo presente che servizi diversi hanno un pubblico diverso:

  • SMS
  • Messaggio diretto di Instagram
  • Messenger di Facebook
  • WhatsApp
  • WeChat
  • Viber

Con milioni di utenti su piattaforme di messaggistica come WhatsApp e Facebook Messenger, professionisti freelance, aziende e brand possono raggiungere un vasto pubblico. Secondo Landbot, “con tassi di apertura più elevati rispetto all’email marketing e alla crescente adozione di smartphone, il marketing tramite messaggistica istantanea continuerà a essere un potente elemento delle campagne di marketing digitale”.

Padroneggiare il marketing digitale

Nell’era online, il marketing digitale è diventato un aspetto integrante del business. Le aziende devono considerare la gamma infinita di modi per raggiungere e coinvolgere i clienti, utilizzando tutti gli strumenti a loro disposizione in un mercato competitivo. Dagli influencer, agli affiliati, fino alla SEO, è importante imparare come il marketing digitale sta plasmando il futuro del tuo mercato e non farti cogliere impreparato.

Sei mai andato al primo appuntamento e poi sei tornato a casa e ti sei reso conto di aver perso un’occasione importante? Magari non hai posto una domanda cruciale, o non hai saputo cogliere il segnale giusto. Ecco, questa è un po’ la sensazione che provano molte persone, tra professionisti, CEO e marketing manager con cui parliamo. Dopo essersi trovati di fronte a dati di fatto, statistiche e numeri che mostrano la quantità di terreno che stanno perdendo nei confronti dei loro competitor, ciò che traspare è un sentimento di frustrazione per aver avuto l’opportunità e non averla sfruttata.

Questo accade molto spesso perché, quando hanno fatto un passo avanti con un’agenzia di marketing, alla fine della prima chiamata si sono ritrovati più confusi di prima. Troppe cose da capire, da prendere in considerazione senza una chiara idea del perché avrebbero dovuto continuare la conversazione!

Realmente su misura

Quello che generalmente manca in questo tipo di rapporto, è una reale dedizione al cliente da parte delle agenzie di marketing. La soluzione è un coaching in grado di sviluppare un piano d’azione costruito sulle reali esigenze del cliente che sia semplice da attuare perché fatto di piccoli traguardi che si sommano costruendo una scala verso l’obiettivo impostato. Le agenzie di digital marketing e comunicazione dovrebbero avvalersi di una figura come il business coach in grado di diventare l’elemento di fiducia col quale le aziende e i professionisti, loro clienti, si interfacciano per sviluppare piani d’azione sul medio e lungo termine.

Nell’ultimo anno abbiamo fatto oltre 100 telefonate di coaching della durata di un’ora con professionisti e aziende che stanno cercando di promuoversi per saperne di più sulle loro esigenze. Abbiamo scoperto che il loro passato è stato costellato di tentativi falliti e di azioni improduttive. Ad esempio, se hanno iniziato con un’agenzia che si occupava di annunci a pagamento, si sono ritrovati ad investire esclusivamente in annunci anche se questa non era la direzione in cui avrebbero dovuto andare per promuoversi al meglio.

Oggi è necessario un approccio che integri vari modelli di marketing in una strategia armonica, strutturata in base all’obiettivo finale. C’è bisogno di un business coach che abbia gli strumenti giusti, che faccia le domande giuste, sostenga, orienti e guidi nell’azione e connetta il cliente ai servizi migliori per farlo andare a ROI in tempi congrui.

Per questo InsideMagazine ha sviluppato un modello di business coaching orientato al marketing digitale (e-coaching) capace di integrarsi con agenzie, studi di produzione ed expertise in grado di offrire ogni volta le risorse adeguate alle necessità particolari di un’azienda o di un professionista alla ricerca di un nuovo modo di fare le cose, sfruttando le reali opportunità che il Digital Marketing, sotto ogni sua forma, oggi è in grado di offrire.

Paul k. Fasciano, co-owner di InsideMagazine, formatore, autore e business coach, mette competenza, etica ed empatia al servizio di professionisti e aziende, orientandoli alle migliori strategie di comunicazione.

Latest from Business

TUTTI I TEMI DALLA A ALLA Z