Estate da bere! Ecco i migliori drink a base di agrumi

/
6 mins read

Pur essendo consumati durante tutto l’arco dell’anno, i drink, alcolici e non, trovano il loro massimo consumo durante la stagione estiva, quando le alte temperature e i lunghi aperitivi al tramonto e all’aria aperta invogliano più che mai ad assaporare bevande gustose e rinfrescanti.

Tra le basi per realizzare i drink migliori, gli agrumi hanno certamente un posto d’onore, sia per il loro sapore dolce e allo stesso tempo aspro che per la loro azione dissetante, senza contare le sostanze in essi contenute che apportano reali benefici alla salute e al benessere del proprio organismo, elemento che ricopre un ruolo sempre più centrale nella quotidianità di tutti, sportivi e non.

3 Drink a base di agrumi da provare

Come dicevamo, che sia con l’alcol o senza, innumerevoli drink hanno come base gli agrumi, sotto forma di succo o pestati. Tra questi non possiamo non menzionare lo Screwdriver, il classico cocktail con vodka e succo d’arancia che nella sua semplicità rappresenta comunque una delle scelte preferite al banco del bar. Così come il Mimosa, variante del noto Bellini, in cui allo Champagne o al Prosecco si aggiunge l’arancia al posto della pesca. Infine, quello che senza sbagliare può essere definito come il drink più consumato all’interno dei locali e nelle feste, vale a dire il Gin Lemon, scelto ampiamente anche nella versione con la Vodka, dove, come suggerisce il nome, il Limone la fa da padrone, stesso discorso per il Mojito, nel quale l’agrume giallo viene sostituito dal lime che insieme allo zucchero e alla menta donano freschezza e sapore per le nostre papille gustative.

Oltre a questi cocktail che rappresentano il cult dei drink, esistono anche alcune bevande meno conosciute ma che grazie al loro gusto, una volta assaggiati, possono diventare in pochissimo tempo le nostre preferite. Ne abbiamo scelte 3 in particolare:

  • Margarita al Mandarino: la classica ricetta del Margarita, a base di tequila, Triple Sec, sale e succo di lime, può essere stravolta completamente sostituendo quest’ultimo con il mandarino ed eliminando il sale. La dolcezza di questo agrume renderà questo drink più godibile anche per coloro che non amano il sapore forte dell’alcol.
  • San Francisco: famoso nella versione senza alcol, questo cocktail si prepara con un mix di succhi agrumati, succo d’arancia, di limone e di pompelmo, ai quali si aggiunge anche il succo di ananas e granatina e una componente di soda. Se vogliamo aggiungere l’alcol, possiamo inserire anche la Vodka. Grazie ai suoi colori e al suo sapore dolce e asprigno è indicato per dissetarsi nelle giornate più calde.
  • Paloma: è il drink più bevuto in Messico e si realizza con tequila, succo di lime e succo di pompelmo giallo o rosa, a seconda del gusto che preferiamo, aggiungendo infine la soda.

Perché scegliere il succo fresco rispetto al confezionato

In ogni banco dedicato ai drink che si rispetti non possono quindi mancare i succhi a base di agrumi, vista la tanta varietà di cocktail ad essi associati. Che sia d’arancia, di limone, di lime, di pompelmo o di mandarino, le spremute sono sempre a disposizione dei bartender che, però, per esigenze di tempo, spesso e volentieri preferiscono usare quelle confezionate, prodotte a livello industriale. Una soluzione che toglie grande gusto ai drink che risultano avere un sapore un po’ artificiale, essendo questi succhi non freschi e realizzati anche con sostanze non propriamente salutari, come coloranti, conservanti e quant’altro.

Per questo è sempre consigliato, per offrire un prodotto di alta qualità, poter contare su spremute provenienti unicamente da agrumi freschi, composte al 100% dal succo del frutto in questione, che oltre ad avere un gusto naturale subito identificabile al primo assaggio, mantengono tutte le proprietà benefiche per il nostro organismo. Per essere in grado di avere sempre la giusta quantità, i bar, così come i locali del settore della ristorazione fanno largo uso di spremiagrumi professionali, disponibili in vari formati a seconda delle esigenze, che grazie alla loro funzionalità e facilità di utilizzo e pulizia permettono di spremere un grandissimo numero di frutta in brevissimo tempo, senza la necessità di dover comprare succhi già pronti, conferendo una sostanziale differenza in termini di gusto e freschezza al cocktail, che farà sicuramente felici i propri clienti.


Articolo Precedente

LIBERO TEATRO IN UN TEATRO LIBERO

Articolo Successivo

Azienda indispensabile! Ecco come fare in 5, 3, 1 passi!

Ultime News