Gitanjali Rao, la prima “Kid of the Year”

//
2 mins read

di Ileana Barone –

Il suo motto è “If i can do it, anybody can do it”, se posso farlo io, possono farlo tutti. A soli 15 anni, Gitanjali Rao è la prima persona a finire sulla copertina della rivista Time come “Kid of the Year”.

Nata in Colorado, da una famiglia di origine indiana ha frequentato la scuola superiore “STEM School Highlands Ranch”: una scuola di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Appassionata di scienza fin da piccola, nel 2017 a soli 13 anni, in risposta alla crisi dell’acqua di Flint, dove l’inquinamento da piombo ha portato ad un’emergenza ambientale a livello federale, ha dato vita alla sua prima invenzione. Ha creato infatti un dispositivo portatile che può rilevare la presenza di piombo nell’acqua, rendendo così identificabile l’acqua potabile.

In occasione della nomina, creata appositamente per lei dal Time, Rao è stata intervistata da Angelina Jolie che collabora con la rivista: “Hai chiaramente una mente brillante, ma sei anche molto molto generosa, e questo è davvero meraviglioso”, queste le parole rivolte dall’attrice alla giovane scienziata.

Vari sono stati i riconoscimenti che ha ricevuto questa giovane scienziata: nel 2017, a 11 anni, ha ricevuto il primo premio del “3M Young Scientist Challenge“, una selezione fra giovani scienziati. Nel 2018 il premio del presidente degli Stati Uniti “Gioventù per l’Ambiente”; nel 2019 è entrata in “30 under 30” nella scienza, la lista delle trenta persone sotto i trent’anni nominata da Forbes e sempre nello stesso anno ha vinto il primo premio Pillar “Salute” nel concorso per studenti TCS Ignite Innovation, per l’apparecchio diagnostico sulla dipendenza da oppiacei,

Rao sogna di studiare genetica ed epidemiologia al MIT, il Massachusetts Institute of Technology. La sua missione è quella di creare una comunità globale di giovani scienziati capaci di risolvere i problemi del mondo.

Ogni anno il Time sceglie una “Person of the year”. Nel 2019 toccò a Greta Thunberg, la prima sotto i 25 anni a ricevere questo riconoscimento. La nuova categoria inserita quest’anno dalla celebre rivista americana ha lo scopo di seguire più da vicino i “leader emergenti delle giovani generazioni americane”.

Articolo Precedente

Il Colosseo: pianificazione e costruzione. Cap. 1

Articolo Successivo

Il superbonus 110% ha frenato l'edilizia, la conferma del CRESME

Ultime News