Alessandro Manzoni: online tutto il suo mondo letterario

//
2 mins read

di Ilena Barone –

Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno…” basta pronunciare queste parole per tornare indietro ai banchi di scuola e ricordarsi di Alessandro Manzoni e del tempo trascorso a studiarlo. E proprio la produzione letteraria dell’autore che è stata raccolta in un unico portale, nato grazie alla compartecipazione di studiosi provenienti da vari istituti.

Il nome del sito è Manzoni Online e hanno collaborato alla sua creazione le Università di Parma, Milano, Pavia, Losanna, Bologna e Roma, con l’apporto della Biblioteca Nazionale Braidense (BNB) e del Centro Nazionale di Studi Manzoniani (CNSM) di Milano.

Il progetto è un work in progress: infatti il sito viene aggiornato man mano che vengono catalogati e digitalizzati nuovi materiali. L’obiettivo è quello di recuperare tutta la biografia e la critica storica dell’opera manzoniana. Il sito quindi si rivolge soprattutto a un pubblico di ricercatori e lettori interessati ma è consultabile anche da chi è curioso di conoscere le opere, i manoscritti e lettere della biblioteca dello scrittore, tramite una presentazione riepilogativa e ragionata.

Per consultare il sito basta leggere le brevi schede dedicate ad ogni opera e classificate secondo vari criteri, per darne una lettura immediata. Per esempio se si vuol ricercare un’opera letteraria, nella prima sezione si trovano i diversi testi divisi in sezioni: poesie, tragedie, opere morali e filosofiche, saggi storici e politici, scritti letterari, scritti linguistici inediti, e così via.

Il progetto Manzoni Online risponde a esigenze rigorosamente scientifiche, ma anche alla necessità di tutelare e conservare per via digitale il grande patrimonio cartaceo delle biblioteche italiane”, spiegano gli organizzatori del progetto, finanziato dal Ministero della ricerca e dal Ministero dei Beni culturali. “La piattaforma consentirà infatti di accedere a catalogazioni esaustive del corpus manoscritto e librario appartenuto all’autore, che integreranno e sostituiranno gli attuali strumenti di ricerca, incompleti e datati, permettendo agli studiosi italiani e stranieri un accesso diretto ai materiali manzoniani”.

Per saperne di più vi rimandiamo al sito www.alessandromanzoni.org

montagne
Articolo Precedente

Let it snow! A Natale 2020 record di neve sullo stivale, ma lo spettacolo è appena cominciato

Articolo Successivo

V Day. Inizia la vaccinazione in Italia e in Europa. Saremo in grado di gestire anche questa nuova sfida?

Ultime News