Tour Eiffel restauro Parigi

La Tour Eiffel si rifà il look in vista delle olimpiadi del 2024

//
3 mins read

di Ileana Barone –

In vista delle Olimpiadi del 2024, la Tour Eiffel, il simbolo di Parigi, subirà un grande restyling, prendendo la tonalità che nel 1907 era stata indicata nella progettazione di Gustave Eiffel.

Sfruttando la chiusura al pubblico a causa delle restrizioni da Covid, sono cominciati i lavori: verrà ridipinta da cima a fondo per un costo totale di 50 milioni di euro.

Il restauro

Non sarà solo la “Dama di Ferro” a venir restaurata. Perché, complici i Giochi Olimpici di Parigi 2024, verranno sistemate le facciate esterne dei suoi simboli più importanti come la Cattedrale di Notre-Dame e la Basilica del Sacro Cuore a Montmartre.

Cattedrale di Notre Dame
Cattedrale di Notre Dame

La Tour Eiffel subirà un cambio di colore che la porterà dall’attuale “bruno Eiffel”, con cui la vediamo dal 1968 e che è diviso in tre tonalità (dalla più chiara in alto alla più scura in basso), al futuro “giallo bruno“, una tonalità più splendente che le regalerà numerosi riflessi su tutta la superficie.

Il giallo bruno è il colore che nel 1907 Gustave Eiffel, il suo inventore, aveva pensato per la sua creazione.

Patrick Branco Ruivo, direttore generale della Société d’Exploitation de la Tour Eiffel, la società che gestisce il monumento, ha affermato:

La Tour Eiffel avrà un aspetto più gold, dorato, come le medaglie olimpiche e gli anni che Parigi, la Francia e l’Europa si preparano a vivere quando sarà finita la pandemia

Curiosità

Ultimata nel 1889 in occasione dell’Esposizione Universale, che segnò il centenario della Rivoluzione Francese, la sua realizzazione è ricordata come una vera impresa tecnica: in 2 anni, 2 mesi e 5 giorni è nato il gigante di ferro da oltre 10 mila tonnellate.

Tour Eiffel in costruzione
La Tour Eiffel in costruzione

Nondimeno la stampa e gli intellettuali dell’epoca criticarono l’ingegnere Eiffel. L’altissima cattedrale laica, che dichiarava finalmente l’entrata di Parigi nell’epoca della modernità, fu oggetto di un appello firmato, tra gli altri, da Guy de Maupassant, Alexander Dumas (figlio), Charles Gounod, William Bouguereau e Francois Coppée che definirono “una macchia d’inchiostro l’ombra odiosa dell’odiosa colonna di lamiera imbullonata”.

Monumento più visitato

Con la fine dei cantieri e l’immenso successo popolare che riscosse, ben 2 milioni di visitatori durante l’Esposizione del 1889, finirono anche le polemiche.

Destinata a rimanere in piedi per soli 20 anni, la sua stabilità fu salvata dagli esperimenti scientifici che Eiffel promosse, specialmente le prime trasmissioni radiografiche, poi telecomunicazioni: segnali radio dalla Torre al Pantheon nel 1898, stazione radio militare nel 1903, prima trasmissione radiofonica pubblica nel 1925, poi televisione su TNT.

Gustave Eiffel
Gustave Eiffel

Quasi 7 milioni di visitatori all’anno, di cui circa il 75% stranieri, visitano la Tout Eiffel, rendendola il monumento più visitato al mondo.

Il servizio di Darna Television sul restauro della Tour Eiffel
Articolo Precedente

In forse le prossime Olimpiadi a Tokio

draghi meloni
Articolo Successivo

Meloni: ultimo baluardo prima dell'"era Draghi"

Ultime News