Gucci Ken Scott

“Epilogue” è la nuova capsule collection di Gucci ispirata a Ken Scott

//
4 mins read

di Ileana Barone –

Ken Scott, il celebre stilista conosciuto come “il giardiniere della moda” torna nella maison di Gucci con una nuova capsule collection ispirata alle sue splendide stampe floreali.

Ken Scott
Ken Scott

Si chiama infatti Gucci Epilogue: Ken Scott la nuova collezione.

Le idee del celebre stilista, scomparso nel 1991, hanno incontrato quelle di Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, dando vita ad una collezione ricca di amore per i colori e i fiori e, come ha spiegato:

Ken Scott è stato un grande creatore di tessuti. Ha rappresentato i fiori con romanticismo e li ha introdotti nella cultura pop

Di cosa parliamo in questo articolo

Ken Scott

Nato in America nel 1919, il suo percorso inizia dalla pittura, collaborando con visionari come Marc Chagall, con cui rimarrà legato tutta la vita, e Sebastian Matta.

Nel 1944 Peggy Guggenheim organizza la sua prima personale. Questo spiega come mai nel suo archivio sono presenti 500 opere tra quadri e altri elementi in cornice, assieme a più di 6000 disegni originali, campioni di tessuto, carte prove, 1000 cappelli, capi, biancheria per la casa, arredi, oggetti, ceramiche, inviti, look-book, documenti, pubblicità, foto di sfilati ed eventi e cassette VHS. Muore nel 1991.

Nel 2019 il suo brand viene acquisito da una delle più importanti aziende tessili italiane, la Mantero Seta, e la Fondazione omonima creata dallo stesso Scott nel 1989, cura l’Archivio.

Nelle sue creazioni, Ken Scott preferiva i fiori oversize, e specialmente rose, papaveri, peonie e girasoli.

Ken Scott Gucci
Ken Scott

Gucci Epilogue

La nuova capsule collection ci porterà indietro nel tempo, ed esattamente agli anni ’60-’70, con le stampe che andavano di moda all’epoca.

Ci saranno felpe, top, t-shirt, blazer e camicie, abiti, pantaloni, lingerie, non soltanto femminili. Anche gli uomini hanno la loro collezione con cappotti, completi, giacca, camicie, piumini e tute da ginnastica. Ognuno di questi capi avrà i suoi colori forti.

Ken Scott è stato un grande creatore di tessuti”, ha affermato Alessandro Michele.

Ha rappresentato i fiori con romanticismo e li ha introdotti nella cultura pop. Trattava i fiori come fossero insegne di negozi, li moltiplicava, faceva in modo che risaltassero in maniera incantevole. Amo il suo lavoro perché sono ossessionato dalle stampe floreali”.

La campagna

Creata da Alessandro Michele e fotografata da Mark Peckmezian, fotografo di Toronto che ha lavorato con i grandi della moda, la campagna è stata situata in una stanza decorata con molti motivi diversi e composizioni floreali, riuscendo a mettere in risalto la nuova linea di articoli.

Le stampe di Ken Scott sono state riprese dai capi per realizzare e personalizzare carte da parati, tende, tovaglie e cuscini, mettendo in scena uno straordinario universo fatto di colori energici e stampe a contrasto.

Podcast

Ma non è finita qui perché attraverso la Gucci Podcast verrà proposto un episodio speciale che vedrà la partecipazione della scrittrice, critica e professoressa di Fashion Cultures and Histories al London College of Fashion della University of the Art London, Shahidha Bari, che racconterà la vita dello stilista americano, del suo lavoro e della sua influenza nella moda contemporanea.

Inside Farm
Articolo Precedente

InsideFarm e InsideMagazine. Fatti. Conoscere.

Formula E stagione 2021
Articolo Successivo

Formula E, la stagione 2021 parte in notturna a Diriyah, in Arabia Saudita

Ultime News