Volano i ricavi digitali del New York Times che superano la versione stampata

//
2 mins read

Internet ha travolto la carta stampata e il giornalismo tradizionale. Una prova definitiva arriva dagli USA. Secondo il CEO Mark Thompson, il New York Times Co. per la prima volta ha riportato ricavi maggiori dalla sua attività digitale rispetto alle sue operazioni di stampa, un “momento di svolta” nei quasi 170 anni di storia del giornale . 

“E non pensiamo che sia probabile che torneremo indietro da questo momento”, ha detto Thompson. Sul piano editoriale, il Times ha messo in atto una vera rivoluzione ultimamente, superando sia la tutela della “print edition” sia l’approccio “digital first”, che ha declassato l’edizione di carta a semplice succedaneo di quella online.

Il Times ha riportato 185,5 milioni di dollari di ricavi da abbonamenti digitali e pubblicità, rispetto ai 175,4 milioni di dollari di ricavi da abbonamenti cartacei e pubblicità. Nel trimestre di un anno fa, la società ha registrato $220,56 milioni in abbonamenti cartacei e ricavi pubblicitari e $170,66 milioni in abbonamenti digitali e ricavi pubblicitari. Più di 3,3 milioni di persone pagano ogni anno per avere accesso ai prodotti digitali del grande giornale americano, dalle notizie ai cruciverba fino alle app sul food. La crescita del numero degli abbonati digitali è stata del 27% rispetto al 2017.

“Non commettere errori, questo è l’unico modo per proteggere le nostre ambizioni giornalistiche. Non fare nulla o essere timidi nell’immaginare il futuro significherebbe rimanere indietro”, scriveva qualche anno fa Dean Baquet, il primo direttore afroamericano del Times.

La sfida di coniugare profitti con giornalismo di qualità non è quindi impossibile da vincere. Ci è riuscito il New York Times, uno dei quotidiani più antichi e prestigiosi al mondo, ma anche uno dei più coraggiosi nel reinventarsi. Un buon esempio da seguire.

Paul k. Fasciano, co-owner di InsideMagazine, formatore, autore e business coach, mette competenza, etica ed empatia al servizio di professionisti e aziende, orientandoli alle migliori strategie di comunicazione.

Auto
Articolo Precedente

Auto a benzina e diesel, 9 Paesi della UE chiedono una data per lo stop alle vendite

whatsapp
Articolo Successivo

Whatsapp news: audio veloci e aumento della privacy

Ultime News