La nuova mappa che mostra i 7.600 progetti finanziati in Italia coi fondi europei

//
4 mins read

In Italia in sette anni finanziati 7.600 progetti con fondi europei: l’ANSA titola così un suo breve reminder sullo stato dei finanziamenti europei che in Italia hanno aiutato ad avviare migliaia di progetti di lavoro negli ultimi sette anni.

Si legge: “È online la nuova mappa interattiva Monithon Project Finder per localizzare i progetti finanziati in Italia dall’Ue in campo ambientale e non solo negli ultimi sette anni: in tutto 7.629 iniziative per un investimento complessivo di circa 8,9 miliardi di euro.

Gli utenti potranno fare una ricerca per città e quartiere, oppure tematica selezionando ambiente, energia, cultura o turismo. Potranno così scoprire di più su tutti i progetti finanziati dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) nel ciclo di programmazione 2014-2020, ma anche monitorarne i progressi in prima persona.

Alcuni esempi sono quelli per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici e delle imprese, la mobilità sostenibile e la tutela della biodiversità. La piattaforma è stata realizzata dalla rete di monitoraggio civico Monithon con i dati di OpenCoesione ed è co-finanziata dalla Direzione generale per la Politica regionale e urbana della Commissione europea.”

Come funziona la mappa

La mappa interattiva permette di effettuare una ricerca relativa ai progetti finanziati in Italia per Comune e Frazioni: ogni puntina sulla mappa richiama un progetto. I filtri applicabili riguardano il Comune, il tema, la categoria di progetto, il budget, l’anno di inizio e lo stato di avanzamento della realizzazione. La mappa mostra i progetti finanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) nel periodo di programmazione 2014-2020, classificati da OpenCoesione nei seguenti “temi sintetici”: Ambiente, Energia, Cultura e Turismo. L’aggiornamento dei dati è al 31 dicembre 2020.

Tra i progetti ci sono tutti quelli relativi all’efficienza energetica degli edifici pubblici e delle imprese, mobilità sostenibile, prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico e dei cambiamenti climatici, gestione del ciclo dei rifiuti, ammodernamento delle reti idriche, depurazione delle acque reflue, tutela della biodiversità, valorizzazione del patrimonio ambientale e naturale.

Tramite il Project Finder l’utente può selezionare i progetti più interessanti da valutare. Una volta individuato il progetto, chiunque può avviare la propria attività di monitoraggio civico cliccando sul pulsante contenuto nella descrizione del progetto selezionato. Il monitor civico accederà automaticamente all’area di lavoro di Monithon, dove sarà guidato passo passo nello sviluppo del Civic Monitoring Report grazie alla guida online MoniTutor .

Quattro passaggi

La mappa può essere navigata liberamente, anche se il suggerimento è di seguire alcuni passaggi logici.

Individua il tuo comune

Da projectfinder.monithon.eu , il primo passo è cercare un comune da cui partire (in alto a sinistra). La mappa si concentrerà sul comune scelto

Filtra i progetti per trovare qualcosa di interessante

In basso, puoi alzare il pannello verde per selezionare i progetti : puoi filtrare per “categoria” (sono 28 e distinguono i progetti in base all’attività principale svolta), oppure per budget, anno di inizio, stato di avanzamento e presenza di rapporti di monitoraggio civico sul progetto, indicanti che lo stesso progetto è già stato monitorato in passato.

Scegli un progetto dall’elenco

Per vedere l’ elenco dei progetti risultante , è necessario fare clic sul pannello bianco, in basso a destra. I progetti possono essere ordinati per distanza, tema, valore finanziario o anno di inizio.

Inizia il monitoraggio!

Cliccando su ogni progetto si accede ad una scheda riepilogativa che contiene i dati essenziali sullo stato di avanzamento e la descrizione del progetto. Da qui si può avviare il monitoraggio e creare un report, come accedere a tutte le informazioni e suggerimenti del MoniTutor.

Articolo Precedente

L'Irlanda rigenera gli edifici rurali per promuovere il lavoro a distanza

Articolo Successivo

Digital meeting "Esperienze di innovazione dal Mezzogiorno" e presentazione della Call4Startup South Up!

Ultime News