SERIE. Le prime 5 migliori strategie per fare soldi online

//
11 mins read

In questo articolo, che segue il primo della Serie dedicata al Fare Soldi Online, presenteremo alcuni suggerimenti per rendere il nostro business online di successo. Abbiamo coperto le migliori strategie a breve termine per guadagnare denaro extra. Se hai bisogno di più ispirazione, la sezione seguente tratterà i 25 migliori metodi su come fare soldi online a lungo termine.

Guadagna con un blog

Molte persone iniziano un blog come sfogo creativo per esprimere le proprie opinioni. Tuttavia, i blog possono anche essere un’importante fonte di reddito e un modo per stabilire un brand personale, come Eartheasy Say Yes.

Uno screenshot che mostra la homepage di Say Yes

Alcuni dei modi più comuni per fare soldi attraverso i blog sono la pubblicità a pagamento e il marketing di affiliazione. La vendita di prodotti e la sponsorizzazione di vari brand sono metodi di monetizzazione che puoi sperimentare una volta che hai raggiunto un grande seguito. Certo, devi raggiungerlo questo seguito e per riuscirci sono molte le cose a cui fare attenzione. Puoi partire da questa GUIDA di Alessandro Pedrazzoli per ispirarti. Alessandro ci ricorda che: “Creare un blog può cambiare la tua vita, perché puoi dare vita ad una tua attività che ti consentirà di:

  • Lavorare con le tue regole e per la tua crescita (non per quella di qualcun altro)
  • Generare degli introiti 5-10 volte superiori a un qualsiasi lavoro dipendente
  • Dimostrate a te stesso/a e agli altri di essere diverso e di poter vivere diversamente, fuori dagli schemi”

Trovare una nicchia è il primo passo per avviare un blog. Avere una nicchia specifica renderà più facile la costruzione del pubblico, poiché i visitatori sanno cosa aspettarsi dal tuo blog.

Alcune delle idee di blog più popolari per ispirarti includono blog di viaggioblog di cibo, blog d’arte, blog di film e blog di notizie.

Partecipa a un programma di affiliazione

Un programma di marketing di affiliazione collega affiliati e inserzionisti, offrendo una commissione per ogni vendita effettuata tramite link di affiliazione. Tali collegamenti sono promossi sui social media o sul sito web dell’affiliato.

Molti affiliati hanno riscontrato successo in questo settore, guadagnando, secondo quanto riportato da supermetrics.comin media $ 20.000 all’anno. L’iscrizione a più di una rete di affiliazione ti darà maggiori opportunità per garantire pagamenti più elevati.

Con così tanti programmi e reti di affiliazione tra cui scegliere, assicurati di unirti a quelli che si adattano alla nicchia del tuo sito web. Ad esempio, se hai un blog dedicato ai computer e alla tecnologia, puoi diventare un affiliato di Hostinger.

Uno screenshot che mostra la pagina del programma affiliato di Hostinger

Hostinger non è l’unica azienda che offre programmi di marketing di affiliazione. Di seguito sono riportati alcuni dei programmi e reti di affiliazione più redditizi da cui poter guadagnare:

  • SEMrush ‒ fornisce una commissione mensile del 40% per tutti i piani di abbonamento.
  • CJ Affiliate ‒ una popolare rete di affiliazione con concerti di marchi rinomati.
  • eBay Partner Network ‒ offre un’ampia gamma di prodotti di nicchia.
  • Tripadvisor ottieni una commissione del 50% per ogni visita effettuata tramite il tuo link di affiliazione.
  • GetResponse ‒ offre referral una tantum e commissioni ricorrenti.

Come qualsiasi altro modello di business, vivere grazie al marketing di affiliazione richiede molti tentativi e aspettati di compiere tanti errori. Non scoraggiarti se all’inizio i guadagni non arrivano, la continuità è ciò che conta. Alcuni dei più grandi errori da evitare nel marketing di affiliazione secondo hostinger.com includono la scelta della nicchia sbagliata, la non produzione di contenuti di qualità e l’ignoranza delle prestazioni del sito web.

Costruisci un sito web di e-Commerce

La vendita di prodotti online è uno dei modi più comuni per fare soldi online. Le vendite di e-commerce al dettaglio continuano ad aumentare negli ultimi decenni prevedendo, secondo quanto riporta statista.comuna crescita dei ricavi di $5,4 trilioni nel 2022.

Inoltre, sempre più negozi fisici si rivolgono all’e-Commerce per i vantaggi che offre . Oltre ad avere una portata di mercato più ampia, i negozi di e-commerce richiedono costi di avvio inferiori. Non è necessario affittare diversi tipi di punti vendita per espandere l’attività.

Uno screenshot che mostra la homepage di Ratio

Prima di stabilire la tua attività di e-Commerce , devi decidere la nicchia del tuo negozio. La ricerca di prodotti di tendenza ti aiuterà anche a scegliere i prodotti da vendere online. 

A seconda del tipo di attività, potrebbe essere necessario ottenere anche una licenza commerciale. Ad esempio, per vendere la tua linea di abbigliamento negli Stati Uniti è necessario richiedere un permesso per vendere e riscuotere le tasse e un certificato di registrazione. La situazione è simile in Italia. Questa la normativa:

  • essere maggiorenni;
  • scegliere la forma giuridica della società titolare del sito web dell’e-Commerce;
  • aprire una partita IVA dedicata;
  • iscriversi alla Camera di Commercio di riferimento;
  • presentare la S.C.I.A.
  • attivare un indirizzo di posta elettronica certificata.

Creare un sito di eCommerce non è difficile, ma anche qui l’attenzione deve essere orientata alla qualità della proposta e alla crescita del negozio in termini di visite e clienti effettivi. Scegliere la piattaforma giusta per stabilire il tuo negozio contribuirà alla costruzione del tuo brand e all’esperienza del cliente.

Uno screenshot che mostra la homepage di Zyro

Abbiamo compilato le cinque migliori piattaforme di eCommerce per costruire un negozio online:

  • Zyro eCommerce scalabile, adatto ai principianti e con più temi gratuiti.
  • WooCommerce ‒ fornisce tutte le funzionalità del sito necessarie per sviluppare il negozio dei tuoi sogni su WordPress.
  • PrestaShop ‒ offre solide funzionalità di gestione del prodotto e strumenti di analisi.
  • Shopify ‒ ha una funzione integrata di recupero del carrello abbandonato e strumenti SEO.

Oltre a vendere i prodotti giusti, garantire la loro consegna può migliorare la credibilità del tuo marchio e guidare le vendite a lungo termine. Assicurati di cercare i servizi di consegna disponibili e includi i costi di spedizione nella descrizione del prodotto.

Inizia il dropshipping

Il dropshipping è un modello di business B2C in cui una società di terze parti gestisce per te la gestione dell’inventario e il processo di spedizione. Presenta un modo per fare soldi senza il fastidio di occuparsi di inventario e spedizione.

Il processo di avvio di un negozio dropshipping è simile a un tipico negozio online. Trovare una nicchia su cui concentrarsi aiuterà a restringere i prodotti da vendere, quindi ad attrarre proprio i clienti interessati a questi. Avere un sito web per commercializzare la propria attività può anche contribuire alla costruzione del tuo brand.

Detto questo, scegliere il fornitore giusto con cui collaborare farà crescere o distruggerà la tua attività.

Uno screenshot che mostra la homepage di Wholesale2B

Fortunatamente, molti fornitori di dropshipping sono pronti ad aiutarti a iniziare. Ecco i cinque fornitori più popolari per supportare il tuo negozio dropshipping:

  • AliExpress Dropshipping una vasta gamma di prodotti di nicchia, dall’abbigliamento agli strumenti per la casa.
  • Oberlo ‒ varie opzioni di metodi di spedizione e integrazione con Shopify.
  • Printful ‒ è specializzato in prodotti print-on-demand. Un’opzione ideale se vuoi vendere magliette online .
  • CCWholesaleClothing.com ‒ fornisce oltre 3.500 articoli di abbigliamento e accessori femminili.

Crea un corso digitale

Si prevede che raggiungerà $336,98 miliardi entro il 2026 il mercato dell’eLearning che è un altro settore in cui puoi lanciarti per fare soldi. Oltre ad aiutare le altre persone a migliorare la loro qualità di vita, puoi guadagnare bene nel tuo tempo libero.

I corsi digitali possono essere di diversi formati, dal semplice download di PDF ai video di YouTube. Alcuni degli argomenti dei corsi online più popolari includono competenze informatiche, su affari e imprenditorialità, istruzione e artigianato. Qual è il tuo terreno di gioco? In cosa puoi essere considerato un esperto?

Esistono due modi per vendere corsi digitali: aderire a una piattaforma di eLearning creare il proprio sito Web di eLearning. Il primo è più facile da fare, ma il secondo offre maggiori opportunità di sperimentare formati di corso e metodi di monetizzazione diversi.

Uno screenshot che mostra la pagina di Udemy

Se non vuoi il fastidio di mantenere un sito web, considera di vendere i tuoi corsi in una di queste piattaforme di eLearning:

  • Udemy ‒ supporta quiz, esercizi di codifica e forum di discussione.
  • Domestika ‒ eccellente per la vendita di arte digitale e corsi di abilità creative.

Creare un sito web di eLearning è più facile con un plugin LMS di WordPress. Vendi i tuoi corsi online come prodotti digitali o crea un sistema di appartenenza per bloccarli dietro un paywall.


Continua nella prossima puntata con altri suggerimenti utili su come FARE SOLDI ONLINE.

Articolo Precedente

Lavorare all'estero. Ne parliamo in una nuova rubrica con Daniele Pescara

Articolo Successivo

Smart-working: la situazione dopo il Green Pass

Ultime News