musei-mostre-zona-gialla

Zona gialla: ecco i musei e le mostre che riaprono

//
6 mins read

di Ileana Barone –

Da oggi chi abita nelle regioni “gialle” potrà finalmente tornare a visitare musei e mostre, anche se solo nei giorni feriali.

Poiché da DPCM non ci si può ancora spostare tra regioni le riaperture saranno solo per i residenti con un pubblico principalmente locale. Occasione per godersi una visita in tutta calma e senza il minimo affollamento.

Le regioni in cui si potrà tornare al museo sono Basilicata, Campania, Molise, Sardegna, Toscana e provincia di Trento.

Di seguito vi segnaliamo gli spazi che riaprono, le mostre e le date.

Di cosa parliamo in questo articolo

Toscana

A Firenze riaprono i Musei del Bargello, visitabile tutti i giorni dalle 8.45 alle 13.30, le Cappelle Medicee dalle 8.45 alle 13:30 lunedì e martedì mentre dal mercoledì a venerdì dalle 14:00 alle 18.30, Palazzo Davanzati dalle 14 alle 18.30. Riapre il Museo dell’Opificio delle Pietre Dure, dalle 8.15 alle 14 e il Giardino di Boboli parco granducale di Palazzo Pitti.A Pietrasanta (Lucca) riapre il Museo dei Bozzetti; Casa Carducci a Valdicastello e il Maec di Cortona (Arezzo). A Prato dal 20 gennaio riapre il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato visitabile dalle 12 alle 20 e ad ingresso gratuito le prime due settimane. A Pistoia sarà possibile visitare lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10 alle ore 18; martedì e giovedì dalle ore 14 alle ore 18, il Museo Civico d’arte antica, il Museo dello Spedale del Ceppo e il Museo del Novecento e del Contemporaneo. Tutti e tre ad entrata gratuita.

Firenze, Giardino di Boboli

Campania

Dalle 8.30 alle 19:30 sarà possibile visitare la Reggia di Caserta con tante novità: i nuovi allestimenti della collezione Terrae Motus e del Presepe Reale, gli spazi restaurati, i cantieri “parlanti” nei cortili, le nuove prospettive offerte dai corridoi degli Appartamenti Reali. L’accesso è consentito solo tramite prenotazione presso il sito di TicketOne e, per quanto riguarda le visite agli Appartamenti Reali, verrà applicato il contingentamento di 50 persone ogni 15 minuti per l’entrata al piano nobile. Riapertura anche per il MANN, il Museo Archeologico di Napoli, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:30. Stessa cosa per il Madre – museo d’arte contemporanea Donnaregina della Regione Campania, con ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Con una speciale promozione che durerà per la prima settimana, dal 18 al 22 gennaio, che si chiama ‘In due al museo’ e permette l’entrata a due persone con un unico biglietto, si riaprono le porte del Museo e Real Bosco di Capodimonte. Saranno inoltre prorogate fino alla domenica successiva di Pasqua 2021 (11 aprile 2021) tutte le mostre in corso.

Reggia di Caserta

La zona gialla in Campania permette anche la riapertura del sito archeologico di Pompei e il Museo Archeologico di Stabia Libero D’Orsi presso la Reggia di Quisisana. L’apertura è dalle 9:00 alle 17:00 e permetterà di passeggiare all’interno dell’Anfiteatro, accedere alla Palestra grande e alla mostra ‘Venustas. Grazia e Bellezza a Pompei’. Si potranno visitare i Praedia di Giulia Felice e spostarsi su via dell’Abbondanza con accesso alle principali domus, ma anche attraversare la necropoli di Porta Nocera, l’Orto dei fuggiaschi, arrivare al quartiere dei teatri e al Foro triangolare. Si potrà raggiungere il Foro con tutti i suoi edifici pubblici e religiosi, visitare lo spazio esterno delle Terme Stabiane o risalire via Stabiana fino a via del Vesuvio dove ammirare la casa di Leda e il cigno.

Sardegna

Dalle 9:00 alle 19:00 dei giorni feriali riapre il Museo Nivola con la collezione permanente dedicata a Costantino Nivola. Dal 18 gennaio riapre anche il Museo Stazione dell’Arte di Ulassai, con orario 9:30 – 18:30. Percorribili anche gli ampi spazi all’aperto che accolgono il museo, caratterizzati dal verde di un grande parco in cui sono posizionate diverse installazioni realizzate da Maria Lai. E per finire riapriranno anche i Centri d’arte Il Ghetto e Castello di San Michele di Cagliari assieme a EXMA (Exibiting and Moving Arts) gestito dal Consorzio Camù. Per incentivare le visite, fino a domenica 31 gennaio, le singole mostre presenti nei tre centri d’arte comunali saranno visitabili con un biglietto da 2 euro.

Cagliari, Castello di San Michele

Trento

Dal lunedì al giovedì, dalle 10:00 alle 18:00 e il venerdì dalle 10:00 alle 2:001, si aprono le porte del Mart – Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. Si possono visitare due mostre ‘Caravaggio. Il contemporaneo’ e la retrospettiva ‘Giovanni Boldini. Il Piacere’, di cui ricorre il 90° anniversario della morte.

Trento, MART – Museo di Arte Moderna e Contemporanea
soros
Articolo Precedente

George Soros: l’uomo che difende il mondo da se stesso

tesla-modelS-modelX-sicurezza-Elon-Musk
Articolo Successivo

Tesla: problemi di sicurezza su 158 mila auto

Ultime News