LinkedIn report: i lavori in crescita nel prossimo futuro

//
18 mins read

Ancora nel 2021 la pandemia stravolgerà il mercato del lavoro. Forse meno del 2020, ce lo auguriamo. Ma, per alcuni versi, forse sarà un anno ancora più rivoluzionario, perché, incassato il diretto proveniente dallo scorso anno – pugile peso massimo – nel rialzarci stiamo ancora decidendo le contromisure per evitare un prossimo knockdown. Per questo, una recente analisi di LinkedIn (social dedicato proprio al business) sui lavori in crescita, permette un focus immediato sul prossimo futuro.

Crisi e post-crisi

In questi duri mesi, alcuni settori hanno resistito meglio di altri. In alcuni casi hanno addirittura proliferato, espandendo il proprio business. Ne abbiamo parlato QUI. Da un’attenta analisi condotta da LinkedIn, ricaviamo i 15 settori che stanno assumendo di più nonostante la crisi. I settori più promettenti per il prossimo futuro sono, secondo quanto concluso: istruzione (soprattutto docenti), salute (medici specializzati) ed esperti di digital marketing.

Alcuni settori continuano a cercare personale, nonostante il contesto della crisi sanitaria che attualmente rende più complesso il mondo del lavoro. Non è tanto difficile trovarlo, esistono offerte variegate, soprattutto nei campi che riportiamo di seguito. Ad esempio, Changers è un’iniziativa che intende radunare sotto lo stesso tetto molti talenti e promessi tali nel mondo dell’istruzione e del digital. Basta compilare un form per candidarsi all’iniziativa. Changers si presenta così:

Changers è la prima community in Italia sulla crescita professionale ed è nata da un purpose molto chiaro: dare idee, consigli e strategie per lavorare meglio e quindi essere più felici al lavoro. Oggi abbiamo una mission ancora più ambiziosa: costruire la prima scuola italiana per la crescita professionale! E vogliamo farlo con le menti più brillanti, curiose e preparate in Italia. Cerchiamo gli esperti con cui costruiremo i corsi, animeremo la community, condivideremo contenuti.

Paradigmi

La cosa più complicata è adattarsi ai nuovi schemi. Cambiare paradigmi è sempre stato difficile per ogni generazione. Trovare un lavoro oggi è una sfida notevole soprattutto per chi ha in mente modelli del passato, basati sul posto fisso e sul lavoro a ore. “Ah sì? Non mi basta venire in ufficio ed essere a disposizione 8 ore al giorno?” Eh no. Almeno non sempre. Il 70% del nuovo mercato del lavoro ricerca figure agili e smart. Oggi bisogna offrire servizi dedicati, professionali e in grado di portare valore. E quando ogni parte di un team porta valore, l’azienda stessa può dare valore ai propri clienti. Il percorso non è più verticale, ma circolare.

I settori che portano valore, secondo la ricerca di LinkedIn, sono, come detto:

ISTRUZIONE (presidi, tutor accademici, docenti di matematica, insegnanti di educazione fisica, professori di liceo, educatori della prima infanzia, insegnanti di sostegno); SALUTE (infermieri di terapia intensiva, psicologi clinici, cardiologi, infermieri di primo soccorso); DIGITAL MARKETING (consulenti in social media marketing, esperti di strategia del brand e di strategia digitale, web editor); SERVIZI CREATIVI (esperti di animazione, creatori di storyboard, scrittori); SUPPORTO CLIENTI (consulenti del servizio clienti, addetti al servizio clienti, manager delle relazioni con i clienti).

Il Report di LinkedIn

Il report di LinkedIn sui lavori emergenti riflette in dettaglio il mondo in rapida evoluzione nel quale stiamo vivendo. Il #COVID-19 ha accelerato un processo, condensandolo in pochi mesi, che avrebbe richiesto probabilmente ancora qualche anno. Oggi, siamo di fatto in un mondo molto più digitale rispetto a febbraio del 2020, quando si cominciava a parlare di contagi di massa.

Proprio cogliendo questo cambiamento repentino, diversamente dal solito (ovvero da un’analisi che prendeva in esame gli ultimi 5 anni) LinkedIn nel suo report si è concentrato sui ruoli che hanno registrato la più alta crescita tra aprile e ottobre 2019 e lo stesso periodo del 2020. Poi ha elaborato questi dati per 15 categorie di lavoro classificate in base a una combinazione di crescita e dimensione della domanda.

LinkedIn nel suo report si è concentrato sui ruoli che hanno registrato la più alta crescita tra aprile e ottobre 2019 e lo stesso periodo del 2020



Hanno chiamato queste categorie ”occupazioni in ascesa” perché, sebbene il panorama dell’ultimo anno abbia comportato la perdita di molti posti di lavoro, il team di LinkedIn ha anche visto un incremento in alcune categorie in risposta al nuovo comportamento e alle nuove esigenze dei consumatori.

Contatta InsideMagazine per saperne di più


Spotlight


LinkedIn ha notato in Italia un aumento della domanda di personale nel digital marketing, nei servizi creativi e nell’assistenza ai clienti. Poiché molti di questi ruoli non richiedevano un’esperienza diretta o una laurea magistrale, chi era in cerca di lavoro sta sfruttando quest’opportunità per cambiare tipo di carriera, mentre altri stanno abbandonando professioni non più necessarie. Abbiamo visto baristi diventare addetti al montaggio video, specialisti di digital marketing passare al settore dell’animazione e commerciali trasformarsi in blogger.

Statistiche di mercato

Nel 2020, quella del ”supporto clienti” è stata una delle categorie con la maggiore affluenza di donne, che hanno occupato l’88% dei posti nei call center e il 68% dei ruoli come consulenti del servizio clienti. Di contro, il settore tecnologico ha attirato il maggior numero di talenti maschili, con l’89% di manager nella sicurezza informatica e di personale nello sviluppo di videogame.


I lavori in crescita

Quali sono quindi le categorie professionali che hanno registrato il più alto tasso di crescita delle assunzioni su base annuale? Considerando il periodo compreso tra aprile e ottobre 2020 i data scientist dell’Economic Graph di LinkedIn hanno passato in rassegna più di 15.000 qualifiche per scoprire le occupazioni che hanno registrato una crescita maggiore rispetto ai livelli del 2019. Quelle qualifiche sono state raggruppate in trend generali di carriera con 25 qualifiche in ogni categoria. I trend di carriera sono stati classificati usando una combinazione del tasso di crescita annuale e delle dimensioni grezze della domanda.

1. Lavori nel campo dell’istruzione

Con il diffondersi dell’epidemia nel Paese nel 2020, il Governo italiano ha lavorato per sostituire gli insegnanti più vulnerabili con altro personale su base temporanea o permanente. Questa iniziativa ha avuto un impatto diretto sulle assunzioni nel settore dell’istruzione, con un aumento del 93% nell’ultimo anno. In particolare, si è notata una grande richiesta di insegnanti di sostegno, provenienti da professioni quali docenti nel settore della ricerca e avvocati.

2. Medici specializzati

Sfortunatamente, la pandemia da COVID-19 ha rivelato una significativa carenza di personale sanitario, in particolare di infermieri e medici. C’è stata una prevedibile impennata delle assunzioni in questa categoria considerando il grande impegno degli ospedali nella lotta al virus, con un conseguente aumento pari al 72%.

3. Esperti di digital marketing

La pandemia ha spinto molte aziende a ridefinire il proprio approccio commerciale e a investire in una forte presenza digitale. Ne è conseguita un’alta richiesta di esperti di digital marketing e social media manager da parte di una gamma diversificata di aziende, dai produttori di attrezzature per il settore farmaceutico ai colossi dell’e-commerce, come Amazon.

4. Servizi creativi

I settori creativi in Italia sono sempre stati considerati propulsori della crescita economica e dell’espressione culturale. Sebbene sia ovvio che la pandemia da COVID-19 abbia avuto un forte impatto sui settori creativi, con una riduzione del relativo budget, le aziende si sono rivolte a freelance creativi, da scrittori ad addetti al montaggio video, per lavorare a progetto con agilità.

Il colloquio di lavoro: una fase critica. VEDI lo SPECIALE su I’M

5. Supporto clienti

Le aziende stanno trovando nuovi modi per offrire i propri servizi ai clienti, Nel 2020 il settore ha visto un aumento del 96% delle assunzioni. Vale la pena notare che questa categoria offre il maggior numero di posizioni da remoto, corrispondenti all’11% di tutti i posti di lavoro in questo settore.

6. Settore tecnologico

Questa categoria è una delle principali tipologie lavorative ”a prova di pandemia”, come già detto in precedenza, con una crescita costante anno dopo anno. Tuttavia, l’incremento del 49% registrato nel 2020 può anche essere legato alla digitalizzazione di molte aziende in tutto il Paese per via dell’imponente passaggio allo smart working.

7. Assicurazioni

Per far fronte all’incertezza causata dall’epidemia da COVID-19, molte persone hanno deciso di rivalutare le proprie priorità e di fare degli importanti cambiamenti nella propria vita. Questo ha influito direttamente sul settore delle assicurazioni. Vale la pena precisare che le offerte di lavoro per consulenti assicurativi sono aumentate dell’80% e quelle per agenti assicurativi del 120%.

8. Settori farmaceutico e ricerca

Poiché lo sviluppo del vaccino contro il COVID-19 è stato l’obiettivo principale di quest’anno, non sorprende il fatto che rinomati atenei quali l’Università di Bologna e l’Università degli Studi di Padova abbiano cercato molti professionisti nel campo della ricerca. Sorprendentemente, molti sono passati dalla professione di ingegnere software a ingegnere biomedico, spinti dalla volontà di contribuire alla lotta al COVID.

9. Personale sanitario

La crisi globale del 2020 ha naturalmente comportato un aumento della domanda di personale sanitario in tutto il Paese, in particolare nel Nord Italia dove si è registrato un gran numero di posizioni aperte, essendo stata questa l’area più colpita dalla prima ondata di COVID-19. Le assunzioni di tecnici medici d’emergenza sono aumentate del 158%, e le professioni ricoperte in precedenza includono esperto di servizi alla comunità, commerciale e autista.

10. E-commerce

Per soddisfare l’impennata della domanda di prodotti online dovuta alla pandemia, le aziende hanno assunto migliaia di professionisti dell’e-commerce, dagli addetti alla logistica fino agli esperti di marketing online, per far arrivare i loro prodotti nelle mani dei clienti. Le assunzioni per questi ruoli sono aumentate del 51% rispetto all’anno precedente.

11. Freelance esperti di contenuti digitali

Oggi le competenze dei freelance esperti di contenuti digitali diventano essenziali per raggiungere i clienti in modi nuovi, grazie a creatori di podcast e blogger, con un conseguente aumento delle assunzioni di queste figure professionali. Complessivamente, nel 2020 questa categoria ha registrato un incremento pari al 72%, con giornalisti e commerciali che si sono convertiti a nuove professioni legate alla creazione di contenuti digitali, ad esempio blogger.

12. Immobiliare

Il 2020 è stato l’anno delle limitazioni agli spostamenti, dei coprifuoco e delle quarantene, che hanno costretto le persone a trascorrere a casa più tempo di quanto non avessero mai fatto prima. L’esigenza di un home office, un balcone o un giardino, insieme a una riduzione dei tassi di interessi sui mutuiha contribuito a una crescita del settore immobiliare pari al 64% nel 2020 rispetto al 2019.

13. Finanza

Il 2020 è stato un anno difficile dal punto di vista finanziario, lo sappiamo bene. Molti privati e imprese italiane sono entrati in difficoltà a causa dell’impatto economico dovuto alla diffusione del COVID-19. Durante le varie fasi di lockdown, molte persone e aziende hanno richiesto prestiti e servizi di consulenza finanziaria per mantenersi a galla. Ciò ha determinato una maggiore richiesta di esperti.

14. Sviluppo aziendale

I trend dei consumatori stanno cambiando, ad esempio abbiamo assistito a un aumento del 350% delle transazioni digitali. C’è stata pertanto una grande domanda di esperti competenti in grado di aiutare le aziende e i clienti a prendere decisioni di investimento strategiche. Ruoli quali consulente strategico, responsabile del team di vendita e consulente in sviluppo aziendale hanno tutti registrato un aumento delle assunzioni durante lo scorso anno.

15. Notizie e giornalismo

Per via dell’interesse, della confusione e del tempo libero frutto della pandemia, la fruizione dei media è aumentata enormemente in Italia. La situazione in rapida evoluzione generata dal COVID-19 ha fatto crescere l’appetito per le notizie e le informazioni sul virus, causando un’impennata della richiesta di giornalisti. Inoltre, il lockdown in tutta Italia ha fatto sì che molte persone avessero tanto tempo libero da dedicare alla consultazione di contenuti come non mai. Di conseguenza, è aumentata la domanda di professionisti del settore televisivo e giornalistico, facendo prevedere una crescita annuale pari al 3% fino al 2024.

Edizione speciale

Questa è un’edizione speciale del report di LinkedIn sui lavori emergenti che riflette più in dettaglio il mondo in rapida evoluzione nel quale stiamo vivendo a causa del COVID-19. Invece di studiare come è cambiato il panorama lavorativo nel corso degli ultimi 5 anni, come Linkedin ha fatto in passato, quest’anno si sono concentrati solo sugli ultimi 12 mesi per identificare cosa è cambiato realmente e dove è possibile trovare lavoro oggi.

Ed ecco, infine, alcune funzionalità di LinkedIn che possono aiutare il lettore in cerca di orientamento ulteriore ad adattare la tua strategia all’attuale panorama lavorativo:

• Un nuovo filtro nei nuovi Recruiter e Lavoro per cercare facilmente candidati interessati a lavorare da remoto.

• Un modo più semplice to post remote jobs that stands out clearly to job seekers looking for remote opportunities.

• Video Intros per permettere ai candidati di condividere una presentazione virtuale di sé stessi nell’ambito del processo di candidatura.

Puoi anche scoprire di più su altre soluzioni LinkedIn che possono aiutarti a creare e implementare una strategia talent agile, tra cui:

• LinkedIn Learning: per sviluppare un programma di sviluppo e apprendimento che permetta ai dipendenti di rafforzare le proprie competenze.

• LinkedIn Recruiter: la piattaforma a 360° per la selezione del personale, che ti aiuta a trovare, contattare e gestire i candidati.

• LinkedIn Lavoro: per pubblicare le tue offerte di lavoro e attrarre i candidati migliori con il targeting personalizzato. 

• LinkedIn Talent Insights: per identificare i gap di competenze verificando i punti di forza della tua forza lavoro e le competenze principali del settore.

Business photo created by ijeab – www.freepik.com

Articolo Precedente

Indispensabili hashtag per migliorare la strategia social

Articolo Successivo

Netflix diventa "made in Italy". La sede è a Roma

Ultime News