Firenze Insolita: passeggiate teatrali alla scoperta della città

//
3 mins read

di Ileana Barone –

Riconosciuta come una delle culle dell’arte e dell’architettura, considerata luogo di origine della lingua italiana e del Rinascimento, Firenze è rinomata tra le più belle città del mondo. Numerosi sono i monumenti e i musei che tutti noi conosciamo: il Duomo, Santa Croce, Santa Maria Novella, Gli Uffizi, Ponte Vecchio, Palazzo della Signoria, solo per citarne alcuni.

Ma c’è tutto un altro mondo da visitare quando si va a Firenze e che comprende quello dei grandi scrittori italiani e stranieri che hanno vissuto nel Capoluogo toscano.

Si chiama infatti “Firenze Insolita” il ciclo di passeggiate teatrali organizzato dall’associazione culturale ‘Archètipo’ e finanziate dal Comune di Firenze per un turismo sostenibile.

Le passeggiate si terranno dal 22 gennaio al 28 febbraio. Verranno organizzati tre appuntamenti settimanali, dal venerdì alla domenica (venerdì e sabato alle ore 15, domenica alle 10), durante i quali saranno svelati al pubblico luoghi intimi e segreti di Firenze e della sua architettura, spazi rimasti impressi nella storia della letteratura.

Le passeggiate porteranno inoltre i partecipanti alla scoperta delle dimore e dei luoghi dei grandi scrittori dell’Ottocento e del Novecento: dai quartieri descritti da Vasco Pratolini, alla casa natale di Collodi, dal palazzo dove soggiornò Manzoni all’albergo che ospitò George Eliot, e ai luoghi tanto amati da Dostoevskij. Il percorso da una residenza all’altra sarà incrementato da altri ricordi letterari e da brevi soste di interesse culturale: dal quartiere di Santa Maria Novella dove soggiornò Percy Bysshe Shelley a quello di Santa Croce dove visse Piero Bargellini.

A raccontare questi spazi ricchi di storia, saranno le due guide turistiche Laura Gensini e Chiara Migliorini, che grazie anche all’utilizzo di tablet o altri dispositivi sveleranno le connessioni storico- culturali e i paralleli artistici con il patrimonio di Firenze e non solo. A far rivivere le opere letterarie di quei luoghi ci sarà anche l’attore Rosario Campisi con brani composti dagli autori durante il loro soggiorno fiorentino o nel ricordo di esso. Un’unione di bellezza artistica ed esperienza teatrale che porterà lo spettatore a vivere un’esperienza unica.

Ogni visita durerà circa tre ore e saranno ammesse al massimo 12 persone a cui saranno forniti auricolari sanificati e mascherine. La partecipazione è gratuita ma con prenotazione obbligatoria.
Inizio e termine della visita guidata in Piazza Repubblica.

Per saperne di più visitate il sito https://www.archetipoac.it/

Il vaso di Pandora
Articolo Precedente

La storia infinita di Pandora (e del suo vaso che porta Guai)

mobilità-urbana-ciclabili
Articolo Successivo

Mobilità urbana, dopo il bonus bici un piano per 20 mila km di ciclabili

Ultime News