Fastweb stop cartellino

Fastweb: stop a timbratura del cartellino. Fiducia ai dipendenti e organizzazione flessibile

//
1 min read

di Giacomo Torresi –

Un gesto simbolico che rappresenta da anni il rapporto del dipendente con il proprio posto di lavoro: timbrare il cartellino, anche quattro volte al giorno, per certificare la propria presenza in ufficio, sinonimo e misuratore tradizionale della “produttività”.

Timbratura cartellino Fastweb

Fastweb, dopo aver esteso fino a 5 giorni a settimana la possibilità per tutti i dipendenti di lavorare da remoto (qui la nota ufficiale), compie un ulteriore passo nel rovesciamento dello schema tradizionale di lavoro, basato sul controllo e sulla presenza fisica sul posto di lavoro.

Dal mese di febbraio, viene eliminata la timbratura fisica in entrata e in uscita, sostituita con un sistema automatico che attribuisce ad ogni dipendente la presenza e affida a quest’ultimo la responsabilità di certificare eventuali scostamenti, ad esempio la fruizione di ferie o di permessi.

Matteo Melchiorri, Chief Human Capital Officer di Fastweb, sottolinea come

quando tutto cambia anche l’approccio organizzativo del lavoro è chiamato a cambiare, innovare, trasformarsi e adattarsi, cogliendo le opportunità di crescita nascoste in questi mesi difficili.

L’eliminazione della timbratura è un’ulteriore e concreta prova di quanto la cultura aziendale che alimentiamo in Fastweb si concretizzi in una rivoluzione culturale basata sulla centralità della persona, e in un modo di lavorare e di vivere l’azienda fondato su fiducia, responsabilità ed il perseguimento di obiettivi, elementi che diventano preponderanti rispetto a qualsiasi altro indicatore.

Matteo Melchiorri Fastweb
Matteo Melchiorri
Articolo Precedente

Albert Bourla. Il CEO di Pfizer rivela il segreto del suo successo

Articolo Successivo

Douglas Little, il genio del profumo. Un'intervista di Noelle Newell

Ultime News