diventare trader

Step per diventare trader di professione partendo da zero

3 mins read

Diventare trader professionisti partendo da zero è assolutamente possibile. Per riuscire a farlo è necessario rendersi conto che investire su asset finanziari non è un gioco. Una pericolosa illusione coltivata ancora oggi da molte persone, che si accostano a questo genere di attività pensando che sia possibile guadagnare senza sforzi, magari confidando sulla fortuna. Accostarsi al trading online con questo spirito è il modo migliore non solo per perdere tempo, ma anche i propri soldi.

Il primo passo: scegliere una piattaforma valida

Sembra strano, ma il primo fondamentale passo per diventare un trader professionista è rappresentato dalla scelta della piattaforma. Il motivo è da ricercare nel fatto che il trading online è ancora oggi infestato da un gran numero di truffatori. Ovvero sedicenti broker che promettono mari e monti pur di attirare aspiranti investitori cui sottrarre i soldi incautamente depositati sul conto. Per evitarli occorre accertarsi che il broker con il quale si intende aprire l’account sia dotato di licenza rilasciata dalla Consob. Magari recandosi sul sito dell’autorità per consultare la lista degli operatori effettivamente autorizzati.

La formazione e l’informazione

Il secondo passo fondamentale per riuscire a diventare broker professionisti è rappresentato dalla detenzione di un bagaglio di competenze economiche che possono permettere di elaborare le strategie ideali per ottimizzare il proprio investimento, ovvero massimizzare i guadagni e limitare al massimo le perdite.
In questa ottica, un ruolo di grande spicco è quello ricoperto dall’informazione. Occorre cioè dedicare molto tempo alla lettura delle notizie di carattere economico e politico. Solo in tal modo è possibile capire in quale direzione si possano muovere i mercati e anticipare la formazione di un trend, invece di subirlo. Nel secondo caso, infatti, c’è la possibilità di prendere posizione nel momento stesso in cui una tendenza perde vigore, oppure si trasforma nel suo opposto, a causa della voglia di realizzo degli investitori.

L’importanza della versione demo

In soccorso dei traders alle prime armi, vengono proprio i brokers operanti online. Il cui guadagno dipende dalle fortune della propria utenza. Avendo tutto l’interesse che gli investitori non chiudano subito i propri conti, a causa del loro prosciugamento dopo operazioni negative, le piattaforme mettono a disposizione non solo vere e proprie accademie tese a favorirne la formazione, ma anche lo strumento ideale per verificarne lo stato di avanzamento.
Stiamo parlando della versione demo, uno strumento gratuito grazie al quale gli aspiranti traders possono dare vita ad operazioni di investimento senza puntare i propri soldi. In tal modo possono rendersi conto della complessità dei mercati e di cosa li attenda una volta che avranno deciso di passare all’azione. Le operazioni simulate non prevedono un fattore troppo spesso sottovalutato, ovvero lo stress, il che è, forse, il pericolo più insidioso per chi si trova a muovere i primi passi nel trading online.

Pierfrancesco Palattella, Consulente Digital Marketing, Seo, Digital PR. Co-owner di Linking Agency, giornalista e formatore di scrittura tecnica per i motori di ricerca, aiuta aziende ad aumentare la visibilità su Google.

Articolo Precedente

Interviste carismatiche. Barbara Suigo intervista Marcello Mancini

investire in borsa
Articolo Successivo

Investire in Borsa tramite la rete: 5 domande ricorrenti

Ultime News