BBOY FIERO: “La passione è la mia forza”

//
4 mins read

Cerchi di colpirlo ma un Bboy fiero quando è serio è troppo svelto, sul marmo vola e non lo puoi fermare, non lo puoi vedere”.

KAOS ONE – I FIERI BBOYZ – NEFFA E I MESSAGERI DELLA DOPA

“BBOY FIERO- LA PASSIONE E’ LA MIA FORZA”

“BBOY FIERO- LA PASSIONE E’ LA MIA FORZA” è un documentario biografico su Luciano Galici, in arte “BBOY LUCIO”, breaker da più di vent’anni, membro dello storico gruppo sardo di breakdance ORMUS FORCE.
Attraverso la sua testimonianza, questo documentario, diretto dal regista Roberto Pili, racconta la battaglia che Bboy Lucio ha combattuto contro “il male oscuro”, il carcinoma papillare, diagnosticato all’età di trentadue anni.
Grazie alla sua passione, il breaking, è riuscito a trovare la forza per affrontare e sconfiggere la malattia.

Un Bboy Fiero che ha affrontato la sua battle, non sul pavimento, ma nel letto di un’ospedale, e ha vinto.
Il documentario, completamente autoprodotto senza alcun finanziamento pubblico, ha richiesto oltre un anno di lavorazione. Le riprese sono iniziate ad agosto del 2020 in pieno periodo di Coronavirus e terminate a settembre del 2021.

Il documentario

All’interno del documentario troviamo diverse testimonianze dei più rappresentativi Bboy della Sardegna: Bboy Gypsy, Bboy Yaio, Bboy BoogieGun ecc oltre alla testimonianza diretta dei famigliari di Bboy Lucio.

Il documentario è stato premiato con la “Menzione d’Onore” al “Total Impegno 2021”
Selezionato al : “First-Time Filmmaker Sessions By Lift-Off Global Network”
Selezionato al : “Vesuvius International Film Fest”
Selezionato al: “HIIFF – Heart International Italian Film Festival”
Finalista al: “Rome Independent Prisma Awards”
Miglior documentario al: “Cooper Awards”
Il logo è stato realizzato da Claudio “Bboy Yaio” Cogoni.

Il documentario ha ospitato due brani musicali di notevole rilevanza artistica:
Adriana | Aspettando Il Sole – Neffa (Vocal Loop Cover)
Prhome Feat. Dope One “Anime Fragili”

BBOY LUCIO: “Mi auguro che questo documentario possa dare, soprattutto in questo periodo, un segnale di speranza, un aiuto, un messaggio forte a tutte le persone che combattono contro questo male e lanciare il messaggio che si può vincere grazie anche ad una passione forte che ti tiene legato alla terra e che ti dà la possibilità di andare avanti e farti sentire vivo”.

BREAKING (break dance): danza di strada individuale svolta all’interno di un cerchio di persone e composta principalmente da una serie di movimenti a stretto contatto con il pavimento, che sono il footwork, il powermove e il freeze. – BBOY o BGIRL (oppure Fly girl) sono i termini che vengono adoperati per indicare genericamente un individuo che appartiene al movimento hip hop. B-Boy è il diminutivo di Breaker boy, e in origine veniva utilizzato per indicare i ballerini delle prime Black Party, quando la break dance costituiva l’espressione artistica di punta sulla cui base si è costituita la subcultura hip hop.

“Walk This Way. La subcultura Hip Hop dagli Stati Uniti all’Italia” Di Simone Nigrisoli.

La prima visione di “BBOY FIERO- LA PASSIONE E’ LA MIA FORZA” è stata proiettata il 17 Dicembre presso la Cineteca
Sarda a Cagliari, con apertura gratuita al pubblico.

Per chi volesse ospitare una proiezione può scrivere a: bboyfiero2021@gmail.com

Articolo Precedente

48 Agenda Coach: un'agenda diversa, perché ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi

Articolo Successivo

Assicurazione sanitaria a Dubai: obbligatoria o facoltativa?

Ultime News